Il messaggio arriva con il pane fresco  «Aiuta i ragazzi che sono in difficoltà»
Presentazione della campagna dedicata all’affido professionale con Marta Mancino, Luigi Cao e Paolo Pomi

Il messaggio arriva con il pane fresco

«Aiuta i ragazzi che sono in difficoltà»

Al via la nuova campagna d’informazione sul dispositivo dell’affido professionale

Nei sacchetti dei panifici aderenti lo slogan e i riferimenti - «Deve coinvolgere la comunità»

Insieme al pane fresco nelle case arriva un invito alla solidarietà. “Aiutalo a trovare la strada verso la serenità” è lo slogan scelto dalla cooperativa sociale Forme per la sua nuova campagna di informazione sul dispositivo dell’affido professionale: parole che non finiranno sui classici manifesti o volantini, ma sui sacchetti con cui diversi panifici della provincia consegneranno i prodotti ai loro clienti. Un modo «per raggiungere più famiglie possibile, arrivando in tantissime case attraverso un gesto che tutti facciamo quotidianamente», hanno spiegato il presidente di Forme Paolo Pomi e Luigi Cao, numero uno dell’associazione Panificatori e pasticcieri di Confcommercio che collabora alla realizzazione della campagna.
«L’affido è un tema che ci sta molto a cuore – ha spiegato Pomi – e da anni siamo impegnati in questo servizio, come cooperativa sociale, perché crediamo che aiutare i bambini in difficoltà sia un compito che non spetta soltanto agli addetti ai lavori, ma deve coinvolgere la comunità. Con il dispositivo dell’affido professionale si danno risposte ai bambini e ragazzi che vengono da storie e situazioni particolarmente complesse e hanno bisogno di un contesto strutturato, minori che in genere vengono indirizzati in comunità e che con questa soluzione possono essere affidati in famiglia».
Pomi ha rimarcato l’importanza della collaborazione con le realtà del territorio per iniziative come questa, mentre Cao ha evidenziato l’entusiasmo con cui l’associazione ha accolto la proposta della cooperativa.
«Dai nostri laboratori ogni mattina sforniamo cose buonissime – ha detto -, con questa campagna portiamo nelle case dei nostri clienti un messaggio altrettanto buono. Per le imprese non sempre è facile partecipare a questi progetti, la sensibilità c’è ma spesso si fatica a far fronte alle questioni organizzative quotidiane». La campagna – ideata dall’agenzia Pura Comunicazione e realizzata con il supporto del Sacchettificio 3F – è partita ieri nei panifici aderenti: Cao di Ardenno, Tonale, Leoni, Parolo e Family di Sondrio e Al prestinè di Tirano, che ai clienti hanno iniziato a consegnare le buste in carta con lo slogan, un piccolo labirinto da risolvere e l’indicazione del sito formecoop.it/affido. «Per il dispositivo dell’affido professionale – ha spiegato la psicologa Marta Mancino, responsabile del servizio per Forme – cerchiamo famiglie, coppie e single, con o senza figli, nelle quali un genitore lavori part-time o non lavori, perché c’è bisogno di una presenza consistente a sostegno del minore. Questo componente della famiglia segue un percorso di formazione specifico e sigla quindi un contratto con Forme come referente per l’affido professionale, accogliendo poi il minore in famiglia e potendo contare sul sostegno di un tutor reperibile 24 ore su 24». La campagna nelle prossime settimane si svilupperà anche online, hanno spiegato Pomi e Mancino, per ampliare ulteriormente il pubblico da raggiungere con l’informazione sul tema.


© RIPRODUZIONE RISERVATA