Il Covid si è portato via   il dottor Oscar Giudice
Oscar Giudice: oltre che sindaco è stato anche presidente della Comunità montana di Tirano

Il Covid si è portato via
il dottor Oscar Giudice

Era ricoverato al Morelli dal 5 aprile. Fu medico condotto e direttore sanitario nelle case di riposo della valle

Una vita dedicata alla medicina e alla politica oltre che alla sua famiglia. Questo era Claudio Giorgio Oscar Giudice, il medico di Lovero stroncato dal Covid-19. Da settimane era ricoverato all’ospedale Morelli ma nonostante le amorevoli cure, purtroppo il triste epilogo.

«Ai sanitari dell’ospedale Morelli di Sondalo va tutto il nostro ringraziamento perché hanno veramente l’impossibile per salvare mio padre - rivela l’ultima figlia, Sara - Era ricoverato dal 5 aprile».

Un doppio ruolo nella sua vita, era nato nel 1944: la professione di medico ed il grande hobby della politica che l’ha visto protagonista fin da giovane studente e poi essere primo cittadino di Lovero (‘85-’95), Vervio (nei due mandati successivi) e per due volte consecutive presidente della Comunità Montana di Tirano (2000-2009). Tutti enti che l’hanno ricordato con un manifesto funebre. Laureatosi negli anni Settanta fu medico condotto un po’ dovunque ed infine nella sua Lovero. Una volta raggiunta l’età della pensione il suo contributo professionale l’ha diede alle case di riposo: ora direttore sanitario a Chiuro, e collaboratore a Grosotto e Grosio e Teglio.

«A Chiuro aveva deciso la chiusura della casa di riposo il 24 febbraio - ricorda l’ultimogenita Sara- perché appena avute notizie del Covid -19 non voleva che nessuna persona entrasse a mettere a rischio la salute degli ospiti. La Regione revocò la chiusura, ma una settimana dopo la struttura è stata nuovamente chiusa al pubblico. Il papà un po’ di timore del Covid-19 l’aveva, ma ha sempre lavorato fino a fine marzo». Poi c’è stato il ricovero al Morelli

Oscar aveva tre figli: i primi due, Martino e Chiara, hanno scelto di seguire le orme paterne professionalmente laureandosi in medicina; la piccola Sara invece aveva scelto legge, condividendo però la passione per la politica e la vita amministrativa del papà, è infatti consigliera di minoranza a Lovero. Il rito funebre sarà celebrato sabato mattina alle 10 a Lovero con la sola presenza dei congiunti. Sarà possibile seguire la cerimonia in streaming sulla pagina Facebook della parrocchia dei Sei Campanili. Il rosario questa sera alle 20.30 sulla medesima pagina Facebook.


© RIPRODUZIONE RISERVATA