Il Comune scrive una lettera a Milano  Ma le Poste la spediscono a Taipei
La lettera inviata per errore dalle Poste a Taipei, invece che a Milano

Il Comune scrive una lettera a Milano

Ma le Poste la spediscono a Taipei

Incredibile errore per una missiva destinata al proprietario di una seconda casa di Mandello . Il sindaco Fasoli: «Ci ha messo due mesi ad arrivare, ha percorso la bellezza di 19mila km»

Una lettera spedita da Mandello, diretta a Milano in viale Monza, sbaglia clamorosamente strada e finisce a Taipei. La destinazione errata la porta a percorre oltre 19 mila chilometri in più del necessario.

Una storia assurda quella che vede protagonista il Comune di Mandello.

Spedita il 20 aprile

«Il 20 aprile dai nostri uffici è stata spedita una lettera, con richiesta di informazioni, ad un proprietario di seconda casa in paese - racconta il sindaco Riccardo Fasoli -. Cinque giorni fa scopriamo che la lettera è prima finita a Taipei, e poi è stata finalmente recapitata all’indirizzo indicato. In due mesi ha fatto quasi il giro del mondo».

La lettera è stata spedita dall’ufficio postale di Mandello ed è finita al centro di smistamento di Roserio, come prassi vuole, da lì poi non si saprà mai come sia volata a Taipei, a Taiwan in Cina.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola oggi, 29 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA