Il cielo in Valmalenco: «Splendido concerto di tuoni e fulmini»
Una delle immagini catturate da Federica Pegorari, 34 anni di Caspoggio

Il cielo in Valmalenco: «Splendido concerto di tuoni e fulmini»

Anche in Valmalenco infuriava la tempesta, ma fortunatamente questa volta non si sono registrati danni e, anzi, per certi versi è stato anche uno spettacolo osservare la furia degli elementi scatenarsi su Caspoggio, Chiesa e Lanzada.

Tra martedì e per gran parte di mercoledì il maltempo ha purtroppo provocato ingenti disastri in Valtellina e nel Lecchese. Le cronache di questi giorni sul nostro quotidiano se ne stanno occupando con dovizia di particolari e testimonianze.

Anche in Valmalenco infuriava la tempesta, ma fortunatamente questa volta non si sono registrati danni e, anzi, per certi versi è stato anche uno spettacolo osservare la furia degli elementi scatenarsi su Caspoggio, Chiesa e Lanzada. Di sicuro lo è stato per Federica Pegorari, 34 anni di Caspoggio: è rimasta parecchio tempo con il naso all’insù per ammirare il cielo che di sera, a volte, non è solo una macchia scura, come canta Renato Zero.

Con la sua macchina fotografica Federica ha immortalato una sequenza di fulmini davvero bellissima. «Erano passate da poco le 22,30 - ci ha detto -, in certi momenti pioveva a dirotto, poi smetteva per un attimo e qualche minuto dopo ricominciava anche più forte di prima. A un certo punto ho guardato nella direzione del lago di Chiesa e dell’Alpe Pirlo ed è iniziato lo spettacolo; credo di essere rimasta lì a vederlo almeno un paio d’ore. Sì, avevo già visto qualcosa di simile in passato ma non così prolungato nel tempo. È stato davvero spettacolare, un concerto di tuoni e fulmini».n 
R.Rov.


© RIPRODUZIONE RISERVATA