Il Ciapél delle forze dell’ordine, una decina di patenti ritirate
Controlli con l'etilometro

Il Ciapél delle forze dell’ordine, una decina di patenti ritirate

Castione, raffiche di multe nei controlli dopo la festa. E in due occasioni interviene l’ambulanza.

Una decina di patenti ritirate e due ricoveri per coma etilico. È l’altro Ciapél d’oro, quello di soccorritori e forze dell’ordine. La popolarissima festa-concorso di Castione, una rassegna sempre più importante e seguita sull’enogastronomia locale, ha ampiamente soddisfatto i brillanti organizzatori e la platea dei buongustai, ma ha anche avuto il corollario di un numero decisamente eccessivo di persone risultate ubriache. Nessun incidente grave, ma per scongiurare ogni rischio le pattuglie si sono posizionate per i controlli non soltanto sulla statale, ma anche sulle provinciali che portano al paese dalle frazioni alte, quelle scelte dagli automobilisti che temevamo proprio di incappare nel tanto temuto palloncino.

È così che sono fioccate le multe e i ritiri delle patenti. Si parla di una decina di casi, anche se il bilancio finale del sabato sera di controlli non è ancora stato fatto.

Sempre sabato notte, a Castione è intervenuta anche l’ambulanza del 118. Due persone, che accusavano i sintomi dell’intossicazione etilica, sono state soccorse dal personale medico, una in centro paese, l’altra nella frazione Balzarro. Niente di grave per entrambi.

Inevitabilmente, però, la notizia dell’importante numero di patenti ritirate ha fatto il giro del paese, dividendo l’opinione pubblica tra la fazione di chi sostiene la necessità del pugno di ferro contro le stragi del sabato sera e chi, invece, invoca un atteggiamento più morbido per non turbare l’esito di manifestazioni estremamente popolari caratterizzate da grandi consumi di prodotti tipici locali e bevande (alcoliche e non).


© RIPRODUZIONE RISERVATA