Sabato 12 Ottobre 2013

Il Cfp: non solo la protesta

ecco gli investimenti

Lorena Bonetti sarà reintegrata, dall’1 novembre, come direttrice del Centro di formazione professionale di Sondrio: questo però non significa che l’impegno di Marily Giugni e del consiglio d’amministrazione cesserà con quella data.

Gli alunni dell’istituto, che sono scesi in piazza e lo faranno ancora lunedì per protestare contro il reintegro della Bonetti, possono dunque stare tranquilli, vista la promessa di continuità nella gestione didattica e non solo della scuola. Una promessa che va al di là delle semplici parole, ma è già testimoniata da alcuni atti concreti avallati da consiglio d’amministrazione e Provincia.

Per a sede di Sondrio,l’amministrazione provinciale ha stanziato un milione di euro: 820 mila euro saranno destinati alla ristrutturazione straordinaria della sede che prevede la sostituzione della copertura, il rifacimento delle facciate con cappotto termico, la sostituzione dei serramenti esterni e l’impiantistica. Tutti questi interventi hanno come obiettivo l’efficientamento energetico della struttura che comporterà peraltro un notevole risparmio visto che attualmente vengono spesi 70 mila euro di gasolio per il riscaldamento ogni anno.

I restanti 120 mila euro della dotazione messa a disposizione dall’amministrazione provinciale saranno destinati alla messa a norma del laboratorio per operatori edili di Ponte in Valtellina e garantiranno interventi sulla copertura e sugli impianti.

Ancora più cospicuo, visto che ammonta a oltre sei milioni di euro, il finanziamento messo a disposizione con fondi regionali del Vallesana di Sondalo: la somma servirà alla realizzazione di un edificio adibito a convitto-scuola (ex villetta dei Medici) con tre livelli destinati a convitto con 72 posti letto e un piano seminterrato da destinare a locale tecnico.

Sondrio

© riproduzione riservata