«Il cantone non rispetta la specificità montana»

«Il cantone non rispetta la specificità montana»

Il Pd provinciale ribadisce la posizione già espressa in un documento del 2014 e uno dei suoi esponenti chiede il ritorno all’elezione diretta degli organi amministrativi provinciali.

Pur partendo da posizioni differenti, il Pd sposa la stessa tesi esposta dagli esponenti della Lega Nord provinciale. Giacomo Tognini, candidato alla poltrona di palazzo Muzio nel 2004, sceglie il Corriere della Valtellina per esprimere la sua posizione che ruota attorno a due aspetti: la conservazione dei confini territoriali per la difesa della specificità montana conquistata con la legge Delrio e l’elezione diretta degli organi istituzionali.

«Nella proposta di Maroni - scrive Tognini - si vedono definiti confini che fanno sparire dalle carte geografiche l’area individuata da tempo in forma unitaria e omogenea, come Valtellina-Valchiavenna, e cioè provincia di Sondrio. Perseverando nella provocazione propagandistica, la Lega che domina in Regione vuole in questo modo dare uno schiaffo, non tanto alla legge Del Rio, quanto ai valtellinesi a ai valchiavennaschi, oltre che al buon senso. L’ha già fatto con i confini della organizzazione sanitaria e assistenziale e se ne vedono in poco tempo i gravi limiti».

Tognini ricorda l’obiettivo raggiunto del riconoscimento a livello statale, della “specificità montana”. «Questa specificità - dice - non la possiamo disperdere all’interno di confini “cantonali” senza alcuna logica. Bisogna riempirla con l’attribuzione di deleghe ben specifiche per il governo del territorio. Competenze che devono essere delegate in primis dalla Regione.Ma proprio per questo non si deve essere timidi nelle proposte e nelle richieste. Ci vogliono idee e volontà, oltre che assunzione di responsabilità».

Ma c’è una rivendicazione forte che secondo Tognini il territorio non può dimenticare ovvero l’elezione diretta degli organi istituzionale «per la valorizzazione della partecipazione dei cittadini e la responsabilizzazione degli amministratori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA