Il bus del ragazzo contagiato  «Nessuno me l’ha chiesto,  io l’ho disinfestato»
L’autobus della Perego

Il bus del ragazzo contagiato

«Nessuno me l’ha chiesto,

io l’ho disinfestato»

Il titolare dell’azienda di trasporti: «Il mezzo sarà sottoposto a un trattamento speciale per essere sanificato»

SONDRIO
Sono una quarantina i passeggeri che venerdì pomeriggio erano sul pullman dell’Automobilistica Perego che è partito alle 15,10 da Tirano insieme al ragazzo di Valdidentro che è stato colpito da coronavirus e da domenica pomeriggio è ricoverato all’ospedale di Lecco. Lo studente, che frequenta l’Istituto agrario a Codogno, aveva raggiunto la Valtellina salendo sul treno che è partito dalla stazione Centrale di Milano venerdì alle 12,20. Un diretto che ferma a Monza, Lecco, Colico ed in Valtellina a Morbegno, Sondrio, Tresenda e Tirano.

Sceso alla stazione di Tirano il giovane ha percorso insieme agli altri compagni di scuola e agli altri passeggeri il sottopassaggio che dalla stazione dei treno porta a quella dei bus della Perego. Il titolare dell’azienda rassicura tutti: «Ho provveduto a fermare il bus sul quale è salito il giovane, non è in circolazione. Subirà un trattamento di disinfestazione straordinario, effettuato dai miei dipendenti con tutte le norme di sicurezza, indossando guanti e mascherina. È una mia scelta quella di bonificare il pullman, non ne ero obbligato per legge - precisa il titolare -, perché Ats mi ha detto che non sarebbe stato necessario disinfettare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA