I tre giorni di fuoco di Tartano  «Danni per almeno 200mila euro»
Un’immagine impressionante dell’incendio che il 27, 28 e 29 ottobre ha interessato Tartano e Forcola

I tre giorni di fuoco di Tartano

«Danni per almeno 200mila euro»

Devastati 200 ettari di bosco e tratti dell’unico collegamento con il fondovalle

Il Comune propone alla Provincia di realizzare una vasca antincendio in località Somvalle.

Il Comune quantifica i danni a seguito dell’incendio che ha devastato il versante su cui sale la strada provinciale e propone la realizzazione di una vasca antincendio per garantire l’approvvigionamento dei mezzi in caso si ripetano eventi di questo tipo.

Il sindaco di Tartano, Oscar Barbetta ha dato conto al consiglio comunale di quanto accaduto nell’incendio del 27, 28 e 29 ottobre scorsi che ha interessato il territorio e quello limitrofo di Forcola, colpendo in particolare la strada provinciale, unico collegamento con il fondovalle per gli abitati di Campo e Tartano e per le frazioni alte di Forcola.

«L’incendio – ha spiegato il sindaco – ha interessato circa 200 ettari di territorio boscato e alcuni tornanti della strada, isolando il nostro Comune per tutta la giornata di domenica 29 ottobre. Solo l’intervento di elicotteri e del Canadair di Varese hanno permesso di domare le fiamme».

Il sindaco ha ringraziato vigili del fuoco effettivi e volontari, le squadre antincendio e della protezione civile del mandamento per «la incisiva partecipazione ed efficace azione antincendio», oltre che il personale tecnico della Provincia e il presidente Luca Della Bitta.

«Il presidente mi ha comunicato che si sta adoperando per chiedere alla Regione dei fondi per consolidare e stabilizzare i versanti posti sopra la strada provinciale dove si intende realizzare reti paramassi e di trattenuta. Gli uffici provinciali ci hanno inoltre chiesto di quantificare i danni e da una prima stima di massima si sono segnalati danni al territorio per 200mila euro oltre a quelli economici accusati dalle strutture ricettive della valle per le disdette ricevute in occasione degli eventi dell’Accademia della Polenta. Abbiamo inoltre proposto di realizzare in località Somvalle una vasca antincendio nel caso si ripetessero calamità di questo tipo». Il Comune ha inoltre segnalato alla Regione quanto avvenuto e chiesto contemporaneamente un contributo per intervenire nelle aree più a rischio di smottamento, sull’ottavo e decimo tornante.

«La segnalazione ha evidenziato anche i danni accusati dalle strutture ricettive – ha detto il sindaco Barbetta – per le disdette sulle prenotazioni, a causa dell’incendio, che in occasione del week end dell’Accademia della Polenta sono state molto numerose».

Riguardo ai lavori in programma da parte della Provincia, il sindaco ha fatto riferimento alla «stesura di una prima rete paramassi provvisoria e in seguito a un’altra di carattere definitivo proprio sopra il decimo tornante per una spesa complessiva di 40mila euro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA