«I presepi sono il cuore della comunità»
Non poteva mancare Babbo Natale per una serata così speciale

«I presepi sono il cuore della comunità»

Inaugurata a Talamona la manifestazione delle contrade: sono 24 le Natività da ammirare fino all’8 gennaio «Il successo di questo evento sono i tanti volontari impegnati ». Questa sera alle 20 la fiaccolata in paese

«Il cuore e il successo di questa manifestazione sono i volontari che ogni anno mettono impegno e creatività a servizio dei presepi, dando vita a un’iniziativa che contagia l’intero paese. Un’iniziativa che non prevede premi, né competizione, perché siamo tutti vincitori del Natale talamonese».
É così che venerdì sera il presidente della Pro loco di Talamona Sergio Pedretti ha inaugurato ufficialmente i Presepi delle contrade, sicuramente la manifestazione più nota in Bassa Valle dedicata al Natale che oggi prevede la 37° fiaccolata alle 20 con partenza dal maggengo di Premiana e arrivo a Case Giovanni con gli “Amici Sciatori”. Da questa settimana Talamona si trasforma sino all’inizio del nuovo anno nei paese dei presepi. E si declina inevitabilmente al plurale il Natale talamonese. A partire dalle 24 diverse interpretazioni della Natività che fanno parte dei “ Presepi delle contrade” visitabili sino all’8 gennaio in giro per l’abitato. L’altra sera Pedretti insieme al sindaco Fabrizio Trivella ha accolto in piazza del municipio la sfilata dei volontari che hanno contribuito a mettere in piedi l’allestimento natalizio che non conosce crisi creativa o mancanza di manodopera. Negli ambienti più caratteristici del paese, in stalle, cortili, chiese, vecchi lavatoi, persino nel greto di un torrente, vengono riproposte delle vere e proprie composizioni plastiche, più o meno artistiche, a volte naïf, alcune molto semplici altre decisamente più complesse e scenografiche, ma tutte frutto dell’impegno, della passione, della fantasia e della sensibilità di cittadini talamonesi che dedicano sforzi, tempo e mezzi a questo scopo.
Un’iniziativa che ha raccolto sempre un grande successo, consacrato dai più di 15mila visitatori che durante le feste natalizie ogni anno affollano le vie del paese. Per dare una mano a chi non è del posto sono stati messi a disposizione dei depliant illustrativi che si trovano nella casetta di legno in piazza del municipio o nelle vicina sede della Pro loco utili a non perdersi e andare a colpo sicuro verso le Natività. Per celebrare il 29° anno di vita dell’evento, il sindaco ha ricordato le «sinergie virtuose tra conoscenti e amici che insieme, chi con esperienza chi alle prime armi, si cimentano nel rappresentare il mistero della Natività. Mi piace pensare che proprio questo sia il segreto del successo di questa manifestazione».
I presepi all’aperto sono sempre visitabili, mentre quelli al coperto sono visitabili dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 23. C’è anche il servizio del pulmino navetta, utile a raggiungere i presepi periferici nei giorni 26 e 30 dicembre, 1, 6 e 7 gennaio con partenza della piazza del Comune.


© RIPRODUZIONE RISERVATA