I conti tornano per Martinelli: argento nella sfida matematica
Da sinistra Luigi Martinelli del Leibniz Bormio, la professoressa Turcatti e Ivan Caspani del Pinchetti Tirano

I conti tornano per Martinelli: argento nella sfida matematica

Lo studente del Leibniz di Bormio premiato alla Cattolica di Milano. In evidenza anche Carlo Sacco, Ivan Caspani e Alessandro Balgera.

Performance da podio quella messa a segno da Luigi Martinelli: un “genio” dei numeri lo studente valtellinese dell’istituto d’istruzione superiore Leibniz di Bormio che si è guadagnato la “medaglia d’argento”, secondo classificato al Gran premio della matematica applicata 2015, edizione numero 14 della kermesse promossa in collaborazione con l’università Cattolica di Milano - ateneo che ha ospitato sabato scorso la cerimonia di premiazione - dal Forum Ania-Consumatori.

Altrettanto bene hanno fatto altri suoi “colleghi” nell’evento che tra qualificazioni, semifinali e finali ha coinvolto oltre 6.200 studenti delle scuole superiori lombarde, liguri, piemontesi e dell’Emilia Romagna. Nei primi dieci di studenti valtellinesi ce ne sono altri tre. Hanno difeso alla grande il nome della provincia di Sondrio Carlo Sacco del liceo scientifico Da Vinci di Chiavenna che si è classificato settimo, mentre ex-aequo alla posizione numero otto ci sono Ivan Caspani del Pinchetti di Tirano e Alessandro Balgera, pure lui del Da Vinci. In realtà a giocarsi la finale dalla Valtellina di studenti ne erano scesi 15. I migliori quattro hanno dimostrato di saper comprendere concretamente come la matematica sia presente in molte situazioni della vita quotidiana.

È proprio alla realtà di ogni giorno che si ispirano i quiz proposti nella competizione – nella finale sessanta i minuti di tempo lasciati ai candidati in gara -, che propongono problemi originali e divertenti che si risolvono applicando i modelli matematici intuitivi alla vita reale. Esattamente questo è l’obiettivo del “Gran premio di matematica applicata”, che si propone «di valorizzare le competenze logico-matematiche degli studenti, motivandoli a coltivare, anche nel corso degli studi universitari, il loro talento nei campi matematico, statistico o finanziario, ricchi di opportunità di lavoro per il loro futuro», sottolineano i promotori dell’iniziativa, complimentandosi con i ragazzi per i risultati raggiunti.

Ai vincitori sono stati consegnati in premio tablet, smartphone, e-book reader e altri dispositivi multimediali utili alla loro formazione.

Nel corso della cerimonia, che si è tenuta nell’aula magna dell’ateneo lombardo, sono state consegnate agli studenti più meritevoli alcune borse di studio per il corso di laurea in Scienze statistiche, attuariali ed economiche e dell’indirizzo Metodi quantitativi del corso di laurea Triennale Emif dell’università Cattolica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA