I contagi salgono,  altri 45 nuovi casi  In due giorni 7 morti
Chiusa al traffico via Brennero per l’accesso al pronto soccorso (Foto by gianatti)

I contagi salgono,

altri 45 nuovi casi

In due giorni 7 morti

Variazione maggiore nel capoluogo .Sono quasi 200 i pazienti guariti tornati a casa

Salgono ancora, ed era prevedibile, i casi di positività al coronavirus in provincia di Sondrio.

Dopo una domenica di “silenzio dati” da parte dell’Ats della Montagna, il bollettino diramato ieri sera parla di 45 nuovi contagi, per un totale di 592 persone risultate positive al Covid 19 dall’inizio dell’emergenza. Sono 7, poi, le vittime negli ultimi due giorni, il totale è arrivato a 95 deceduti. Aumentano anche i dimessi al domicilio, più 10 da sabato, per un totale di 178 persone che erano ricoverate e ora stanno trascorrendo la convalescenza a casa.

A subire le variazioni maggiori, parlando di contagi, la città di Sondrio, con 7 nuovi casi di positività al virus, giunti ormai a 87. Un nuovo caso a Tirano, seconda località in questa spiacevole classifica con 41 casi a ieri pomeriggio. Stazionari i numeri relativi a Bormio (26) e Valfurva (20), mentre a Valdidentro boom di ben 5 contagi in due giorni, e ora sono 21.

Ci sono, poi, Comuni che si trovano a fare i conti con il primo caso di contagio. E’ il caso di Torre Santa Maria e Mello.

Restano 13 i Comuni in provincia di Sondrio in cui non si sono ancora registrati casi di contagio.

Il sindaco di Albosaggia, Graziano Murada, ieri mattina ha purtroppo annunciato la prima vittima in paese. Si tratta di un uomo ricoverato in una struttura protetta a Castello dell’Acqua. «Il virus maledetto ha avuto la meglio sul quel corpo già “ferito” da altre patologie. A nome di tutta la cittadinanza porgo le sentite condoglianze alla famiglia in questo triste momento» ha scritto il primo cittadino di Albosaggia su Facebook.


© RIPRODUZIONE RISERVATA