I cittadini di Morbegno: «Basta con la città imbrattata»
Morbegno, scritte sui muri ( foto Stefano Pighetti)

I cittadini di Morbegno: «Basta con la città imbrattata»

In questi giorni si moltiplicano le segnalazioni, che riguardano anche i furti di fiori al cimitero. Il consigliere Ciapponi spiega: «Il piano di riqualificazione cittadina prevede di installare nuove telecamere».

Scritte sulle scuole e furti di fiori nei cimiteri. Sono queste le segnalazioni di alcuni residenti al municipio di Morbegno. La prima questione riguarda le scritte che periodicamente compaiono su edifici pubblici e privati della città. Questa volta è toccato alle facciate laterali del liceo scientifico che si trova in piazza Sant’Antonio. Mentre altri morbegnesi segnalano recenti furti di fiori al cimitero e anche in questo caso si tratta, purtroppo, di episodi di inciviltà diffusi nel tempo. A riguardo il consigliere di maggioranza Giorgio Ciapponi spiega che «nel bando di gara di riqualificazione delle proprietà comunali, il cui inizio sarà il primo giugno, sono previste otto telecamere ad alta risoluzione nei cimiteri attualmente dotati di energia elettrica, Desco, Paniga, Campovico e Morbegno. Sarà cura nei prossimi incontri evidenziare l’urgenza e valutare forse l’installazione immediata».

Ma anche riguardo il controllo elettronico generale l’amministrazione comunale sta valutando in che modo intervenire, «mettendo a confronto i punti delicati sotto questo profilo sul territorio con le risorse a disposizione», le parole dell’assessore ai Lavori pubblici Massimo Santi.

Il margine di intervento dell’amministrazione comunale sotto questo profilo è contenuto nel project financing, il progetto di efficientamento energetico che oltre alla riqualificazione a norma di tutti gli impianti di pubblica illuminazione con tecnologia Led e la riqualificazione degli impianti termici degli stabili comunali con l’attuale mantenimento del teleriscaldamento prevede la realizzazione di alcune attività “smart city”, «come i quattro pannelli informativi, l’installazione, appunto di otto telecamere, ma anche l’attivazione di un call center 24 ore su 24 a disposizione dei cittadini per segnalare disagi e situazioni a rischio sul territorio - spiega Ciapponi -. Sono quindi previsti il telecontrollo e la telegestione degli impianti, cinque nuovi defibrillatori installati in luoghi pubblici e 45 kWp di nuovi impianti fotovoltaici sulle strutture comunali».

Di sicuro saranno messi sotto stretto controllo i parchi gioco. Fra gli interventi sulle aree gioco in programma ci sono l’illuminazione, «che rappresenta una forma non solo di riqualificazione - spiega il consigliere di maggioranza -, ma anche di prevenzione di atti incivili» sia nel centro cittadino sia nelle frazioni. «E sempre fra gli interventi smart city proposti - ancora Ciapponi - vi è la fornitura e posa di dieci telecamere nei parchi cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA