Grosotto ricorda il giovane Mirco  «La tribuna del campo avrà il suo nome»
Mirco Robustelli della Cuna è morto in un incidente stradale nel maggio dello scorso anno a Bianzone

Grosotto ricorda il giovane Mirco

«La tribuna del campo avrà il suo nome»

Robustelli della Cuna, morto in un incidente un anno fa, era molto legato all’oratorio. Dopo il taglio del nastro, al via il torneo con le associazioni del paese (e i pompieri) in prima linea.

A un anno dalla drammatica scomparsa di Mirco Robustelli della Cuna, 20 anni, avvenuta nell’incidente stradale di Bianzone del maggio 2016, probabilmente per un colpo di sonno finì con la sua auto contro un camion, un impatto fatale, l’oratorio di Grosotto lo ricorda intitolandogli la tribuna del campo sportivo dell’oratorio.

La cerimonia si svolgerà domani, sabato, al campo sportivo del paese nell’ultimo giorno del Grest 2017. Non una data casuale, visto che Mirco quando era uno studente era sempre stato uno dei protagonisti dell’oratorio estivo, prima da ragazzino e poi da educatore. Era uno dei più fidati collaboratori del parroco don Romano Pologna, che l’aveva visto crescere. Una scomparsa che ha lasciato un grande vuoto anche nel gruppo di amici dell’oratorio con i quali era cresciuto, tutti concordi nel ricordare l’amico che non c’è più con qualcosa di imperituro al campo sportivo. Il calcio era uno degli hobby di Mirco, che aveva giocato con la squadra di Mazzo nel Csi.

La giornata in onore di Mirco avrà inizio alle 11 con la celebrazione della messa in suo onore al campo sportivo. «Siamo contenti di ricordarlo così - afferma il parroco, don Romano Poogna -. Mirco era molto legato all’oratorio e anche i ragazzini più giovani rimasero molto provati dalla sua improvvisa scomparsa. Per sempre il suo nome sarà legato al campo sportivo».

Al termine della cerimonia ci sarà l’intitolazione della tribuna con lo scoprimento della targa ricordo alla presenza dei familiari, degli amici e delle autorità comunali. Il pranzo comunitario sarà preparato dagli alpini di Grosotto.

Nel pomeriggio sempre al campo sportivo prenderà via il torneo di calcio, anche in questo caso intitolato a Mirco, che vedrà scendere in campo varie associazioni del paese di Grosotto in una simpatica kermesse pallonara. In campo fra gli altri ci saranno anche i suoi pompieri. Mirco Robustelli della Cuna perse la vita proprio mentre tornava a casa da Sondrio, dove nella caserma dei vigili del fuoco provinciale era stato appena insignito del ruolo di effettivo per aver concluso il corso riservato ai volontari. Finalmente aveva coronato il proprio sogno di essere un pompiere volontario, proprio come il papà e il fratello.


© RIPRODUZIONE RISERVATA