Grosotto: il Ris di nuovo a San Martino

Grosotto: il Ris di nuovo a San Martino

Sopralluogo ieri nella casa di Gianmario Lucchini per rilevare impronte e macchie di sangue. Oggi, intanto, la famiglia di Veronica chiederà al Gip di riavere la salma dopo il no della Procura

Nuovo sopralluogo del Ris di Parma nella casa di Gianmario Lucchini, l’aiuto sacrestano di 32 anni, aggredito la stessa sera in cui - a Grosotto - fu uccisa Veronica Balsamo. Ieri mattina, dalle 10 alle 12 e trenta, i militari della scientifica che fa capo all’Arma, coperti con tute e copriscarpe, hanno analizzato nuovamente la scena di quel crimine. Un’aggressione feroce della quale è accusato Emanuele casula, l’apprendista saldatore ritenuto responsabile anche della morte di Veronica, la cameriera di 23 anni con cui usciva da alcuni mesi, rinvenuta priva di vita la mattina del 24 agosto, poco lontano dalla chiesa di Roncale che dalla casa del Lucchini dista alcune centinaia di metri e un paio di minuti ,se percorsi da una buona gamba.

Oggi, intanto, si discuterà della domanda di dissequestro della salma che l’avvocato della famiglia Balsamo ha depositato al Gip, dopo aver ottenuto un rifiuto dalla Procura, intenzionata a non concedere il nulla osta per i funerali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA