Grosio, salvato il castagno grazie agli alunni della primaria
I ragazzi di quinta insieme agli esperti davanti alla pianta di castagno

Grosio, salvato il castagno grazie agli alunni della primaria

Solo, vecchio, malato, abbandonato con un destino scritto. Questa era la storia del secolare castagno di Bedignolo, località sopra la frazione di Ravoledo a Grosio prima che fosse adottato dai 44 alunni di quinta della scuola primaria di Grosio dell’istituto comprensivo Grosio, Grosotto Sondalo, protagonisti del progetto multidisciplinare “Alle radici del nostro futuro”.

Ora il futuro di questo imponente monumento del bosco alto 10 metri con una circonferenza di 12 metri e 800 anni di vita appare più roseo. Prima di iniziare il progetto “Salviamo il castagno di Bedignolo” valido per il concorso 2018 del Fai, solo alcuni degli alunni erano a conoscenza dell’esistenza di questo gigante che fa parte delle piante secolari d’Italia.

Grazie ad esperti, il tecnico della comunità montana di Tirano, Andrea Ghilotti e la guardia ecologica Dario Sala, i bambini hanno assistito a una lezione davanti a quell’imponente pianta che a qualcuno di loro sembra una clava, ad altri una torre pendente, la cui gigantesca cavità sembra una grotta.

Leggi tutto su La Provincia di Sondrio in edicola


© RIPRODUZIONE RISERVATA