Grosio, rapina impropria contestata alle due donne arrestate
La refurtiva sequestrata a Grosio

Grosio, rapina impropria contestata alle due donne arrestate

Sabato scorso i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tirano hanno arrestato due donne di nazionalità italiana per il reato di rapina impropria, consumato ai danni di un cinquantaseienne residente a Grosio

Entrambe residenti a Bolzano, nelle ore tardo-pomeridiane approfittando dell’assenza da casa della vittima, si sono intrufolate nell’appartamento di residenza della stessa, impossessandosi di denaro contante per l’ammontare di circa 1000 euro.

Il proprietario dell’abitazione nel fare rientro sì è accorto della loro presenza e le donne scoperte hanno tentato la fuga. La vittima ha cercato di fermarle fino all’arrivo dei carabinieri immediatamente contattati. I militari della Compagnia di Tirano hanno immediatamente preso in consegna le due fermate e hanno avviato rapide indagini volte alla ricostruzione minuziosa di quanto accaduto. Le due altoatesine in trasferta sono state quindi dichiarate in stato di arresto in flagranza del delitto di rapina impropria, che si integra allorquando l’autore del reato usa violenza o minaccia per assicurarsi il possesso del bene sottratto, ovvero per procurarsi l’impunità.

La vittima, a seguito degli strattoni subiti dalle donne nel corso delle concitate fasi della scoperta del furto, ha dovuto ricorrere a cure mediche all’ospedale di Sondalo dove è stata medicata e giudicata guaribile in giorni 10 per contusioni.

Le due donne sono state trasferite nel carcere femminile di Como, dove sono in attesa del giudizio di convalida dell’arresto. La refurtiva, integralmente rinvenuta dei carabinieri, è stata posta sotto sequestro, unitamente a due bastoncini da trekking verosimilmente utilizzati dalle arrestate per guadagnarsi la fuga.


© RIPRODUZIONE RISERVATA