Grosio, i test hanno fatto flop  Domani riaprono le scuole
Domani si torna in classe anche a Grosio

Grosio, i test hanno fatto flop

Domani riaprono le scuole

La decisione ieri, al termine dell’incontro tra Prefettura, Ats, Ufficio scolastico e il sindaco del paese Pini

Domani le scuole di Grosio riapriranno e nel corso della settimana Ats terrà sotto controllo il trend dei contagi nel paese. Prima del prossimo fine settimana, tutta la popolazione scolastica sarà sottoposta a tampone molecolare.

Questo è il risultato dell’incontro che si è tenuto, in videoconferenza, ieri mattina fra il prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, il direttore generale dell’Agenzia di tutela della salute della montagna, Lorella Cecconami, il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, Fabio Molinari, e il sindaco di Grosio, Gian Antonio Pini.

«Questa decisione è stata assunta in quanto il completamento dei test eseguiti su circa 300 studenti ha dato esito negativo e, pertanto, non è stato ritenuto necessario, al momento, mantenere la sospensione delle attività didattiche in presenza - si legge nella comunicazione congiunta seguita al confronto -. Cionondimeno, entro la fine della settimana a venire l’Ats organizzerà una campagna di screening della popolazione scolastica del Comune di Grosio mediante tamponi molecolari per monitorare la situazione, a seguito della disposta riapertura delle scuole».

Per decidere quando e dove verrà effettuato il controllo degli studenti e del personale della scuola, lunedì pomeriggio, ci sarà una nuova riunione fra Comune, Ats e Ust di Sondrio.

«Sono soddisfatto dell’esito dell’incontro - afferma il sindaco Pini -, perché Ats ci ha dato la garanzia che monitorerà la curva dei contagi dell’intera popolazione comunale ed, in caso, di costante aumento del numero di positivi, si valuteranno ulteriori provvedimenti». Su questo aspetto Pini premeva molto, visto il presunto focolaio accesosi da alcuni giorni a Grosio. I positivi si attestano sulle 114 unità, oltre a 24 in attesa di tampone. «Ats ci ha garantito che i numeri sono in diminuzione e che Grosio non è l’unico paese della Valle in queste condizioni – prosegue Pini -. Certo ciò non significa che possiamo abbassare la guardia. Rinnovo l’invito, insieme al prefetto, al rigoroso rispetto delle note regole di comportamento volte al contenimento del contagio, al fine di poter tornare al più presto alla normalità. Nei prossimi giorni ci sarà una stretta collaborazione con Ats anche per combattere la spudorata omertà che si è verificata di recente. Quando ci verranno comunicati i positivi, si verificherà lo stato di famiglia delle persone, affinché la quarantena sia rispettata anche dai contatti stretti. Ats ci ha garantito efficienza sul territorio e ci sentiamo sollevati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA