Grosio, addio ad Aurelio Sala  È stato lo chef del Sassella
Aurelio Sala nella cucina dell’albergo Sassella, suo regno per trent’anni

Grosio, addio ad Aurelio Sala

È stato lo chef del Sassella

Era andato in pensione l’anno scorso, aveva 63 anni

Sgomento a Grosio per l’improvvisa scomparsa, a 63 anni, di Aurelio Sala, lo storico cuoco dell’albergo Sassella di Jim Pini. Un ruolo che Sala aveva abbandonato nel marzo dello scorso anno essendo andato in pensione. Un meritato riposo dopo tantissimi anni di lavoro - aveva iniziato a 12 anni ai fornelli - che ha avuto poco tempo per godersi.

Lo si vedeva sempre in giro col suo motorino in qualsiasi mese dell’anno. Un sorriso ed una battuta per tutti. Al Sassella aveva lavorato per oltre trent’anni e da quella che lui considerava una seconda famiglia hanno avuto parole di profonda commozione per l’improvvisa dipartita dell’amico.

«La passione per il tuo lavoro ti ha sempre motivato, il Sassella era la tua casa, noi parte della tua famiglia. Sei sempre stato un pilastro della nostra cucina». Sono passati solo pochi mesi da quale giorno di festa con la torta in compagnia dello staff del Sassella per festeggiare l’addio ai fornelli.

Lascia, moglie, figli e gli adorati nipotini. I funerali si svolgeranno questa mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe, quella chiesa davanti alla quale ogni mattina transitava per entrare al Sassella a prendere servizio.

I coetanei del 1957 e gli amici cuochi non mancheranno di certo all’ultimo saluto ad Aurelio anche in tempo di pandemia.
P. Ghi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA