Gravedona, il telefono rubato in ospedale  era utilizzato da una donna di Vercana
Il telefonino era stato rubato nel reparto di pediatria (Foto by Andrea Butti)

Gravedona, il telefono rubato in ospedale

era utilizzato da una donna di Vercana

Denunciata per ricettazione. I carabinieri l’hanno rintracciata attraverso la verifica dei tabulati telefonici

Una donna del paese di 32 anni è stata denunciata per ricettazione dai carabinieri di Gravedona che l’hanno trovata in possesso di un telefonino rubato lo scorso 15 ottobre nel reparto di pediatria dell’ospedale di Gravedona. Il cellulare - dal valore di 300 euro - era stato lasciato incustodito per pochi istanti sul mobiletto della sala giochi da una donna di Pianello del Lario; il tempo di recarsi in camera e del cellulare non c’è più stata traccia. Da qui la denuncia ai carabinieri di Dongo e l’inizio delle indagini attraverso i tabulati telefonici che a distanza di due mesi hanno permesso di individuare la persona che utilizzava l’apparecchio. I carabinieri precisano che la donna denunciata non fa parte del personale ospedaliero. Tuttavia i militari della compagnia di Menaggio ricordano ancora una volta che «non solo il furto costituisce reato, ma anche l’acquisto o la ricezione a qualsiasi titolo di merce di provenienza furtiva. Ormai le consolidate procedure investigative sui furti dei telefoni consentono inoltre di risalire all’utilizzatore dell’apparecchio con gravi responsabilità e conseguenze».


© RIPRODUZIONE RISERVATA