Governo: brusca frenata  Di Maio: il nostro programma o il voto  Il Pd: incomprensibile e inaccettabile
Luigi Di Maio

Governo: brusca frenata

Di Maio: il nostro programma o il voto

Il Pd: incomprensibile e inaccettabile

Il capo politico del Movimento Cinque Stelle consegna a Conte un documento con 20 punti

Brusca frenata nelle trattative per la formazione del nuovo governo Cinque Stelle-Pd. «Abbiamo presentato alcuni punti al presidente Conte che riteniamo imprescindibili. Se verranno accolti bene, altrimenti meglio andare al voto e, aggiungo, anche presto»: un vero proprio aut aut quello del leader M5S Luigi Di Maio durante le consultazioni dei partiti con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Montecitorio.

Il capo politico dei pentastellati ha consegnato al presidente del Consiglio incaricato un documento con 20 punti. L’uscita ha spiazzato il Pd. «Di Maio è tornato indietro», ha detto la vice segretaria Paola De Michele. Per Orlando l’uscita dell’alleato è «incomprensibile», secondo Delrio «inacettabile»:


© RIPRODUZIONE RISERVATA