Gli alunni più bravi  premiati in Comune  «Orgogliosi di voi»
Chiara Palo e Marta Mortalli, Sondrio Centro (Foto by foto gianatti)

Gli alunni più bravi

premiati in Comune

«Orgogliosi di voi»

Riconoscimento ai migliori otto studenti

delle scuole cittadine nel ciclo di elementari e medie

Sondrio

Sorridenti, pur dietro le mascherine, ed emozionati. Tutti felici di essere potuti tornare a scuola, in presenza.

Sono le ragazze e i ragazzi premiati ieri dall’amministrazione comunale per il merito scolastico nella sala consiliare di palazzo Pretorio. Otto, due per ciascuno dei tre istituti comprensivi cittadini e per la paritaria Pio XII, che nell’ultimo anno, e non solo, del ciclo di studi alla primaria e alla secondaria di primo grado, nonostante le difficoltà della didattica a distanza hanno continuato ad impegnarsi ottenendo risultati d’eccellenza.

Chiara Palo e Marta Motalli del Sondrio centro, Valentina Giugni e Marco Balsarini dei Paesi Retici, Francesco Carugo e Francesco Schiavo degli Orobici e Arianna Vaccarelli e Maddalena Rossi del Pio XII accompagnati da un genitore e dalle dirigenti scolastiche, sono stati accolti nella sala consiliare dall’assessore all’Istruzione e Cultura Marcella Fratta e dal sindaco Marco Scaramellini che ha sottolineato l’ufficialità del momento indossando la fascia tricolore.

«Questo è un bel momento per la scuola della nostra città - ha detto Fratta -. Una scuola che ha sofferto, ma che è ripartita e noi ora vogliamo ricordare e premiare chi si è distinto e ha fatto sua la cultura dell’impegno e della responsabilità in un anno faticoso, svolto per metà a distanza. Questo riconoscimento ha un significato forte e - ha aggiunto rivolgendosi direttamente alle ragazze e ai ragazzi - ve lo ricorderete anche in futuro».

Orgoglio per la presenza in città di studenti così impegnati e complimenti alle loro famiglie, alle dirigenti e ai professori sono stati espressi, oltre che da Fratta, anche dal sindaco. «Onore al vostro impegno - ha detto Scaramellini -. Un impegno di cui coglierete i frutti in futuro, ma che è importante per noi sottolineare con questi momenti ciò adesso. È bellissimo vedervi qua, pur con le mascherine e il distanziamento dettato dalla situazione particolare».

I ragazzi sono stati premiati con un assegno di 300 euro nel caso della scuola primaria e di 500 per le medie. Chiamati a raccontare brevemente l’inizio del nuovo anno scolastico, tutti e otto si sono detti felici di essere tornati a scuola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA