Giornata di passione, ritardi di oltre mezzora sui binari
Cinzia Farisé e Roberto Maroni alla presentazione del piano per la puntualità

Giornata di passione, ritardi di oltre mezzora sui binari

Neanche ventiquattrore dall’annuncio del piano per la puntualità e sulla linea Tirano-Milano i treni accumulano oltre trenta minuti di ritardo. È successo in mattinata a causa di un guasto agli impianti di Rfi che regolano la circolazione dei treni nella stazione di Milano Greco Pirelli e si è ripetuto nel pomeriggio per le conseguenze dei danni provocati da un’auto a un passaggio a livello ad Arcore.

Un’altra giornata da dimenticare sulla linea ferroviaria locale. E se è pur vero che «nessuno ha la bacchetta magica e non ci si possono attendere miglioramenti da un minuto all’altro», è altrettanto vero che i ritardi all’indomani degli annunci roboanti sono suonati come una farsa. E conta poco se la responsabilità è degli impianti di Rfi e il piano, invece, di Trenord, il risultato per chi si sposta con la ferrovia resta sempre lo stesso.

Il campanello d’allarme è suonato presto lungo i binari della Tirano-Milano. Il treno partito da Lecco alle 6,03 è arrivato a Sondrio con 29 minuti di ritardo, è andata peggio a quello in partenza da Tirano alle 6,10 giunto a destinazione in Centrale a Milano con 36 minuti di ritardo.Mezzora oltre l’orario stabilito anche per il convoglio delle 7,10 da Tirano a Milano, quello delle 7,18 da Lecco verso Sondrio e il treno in partenza da Sondrio alle 7,44 in direzione Lecco.

«Anche stamattina è un casino pazzesco...» il laconico commento di un utente sulla pagina del comitato pendolari di Sondrio su Facebook.


© RIPRODUZIONE RISERVATA