Martedì 14 Ottobre 2014

Gera, l’ultima pedalata

prima di morire

Ad un certo punto sembra quasi che l’uomo che pedala lungo la ciclopedonale tra Domaso e Gera Lario, tolte le mani dal manubrio della bici, le infili in tasca forse per asciugarle o per proteggerle dal freddo. Quell’uomo è Alfredo Sandrini.

Ecco le immagini delle telecamere che hanno ripreso la vittima di Gera Lario tre minuti prima dell’agguato mortale. Per quel delitto è a processo, in questi giorni, Franco Cerfoglio, pescatore di Domaso.

Secondo l’accusa Sandrini, il 3 gennaio scorso, era uscito di casa nonostante il freddo e la pioggia proprio per incontrare Cerfoglio. Un incontro che non c’è però mai stato, a dispetto di ben 25 contatti telefonici in appena due ore, tra chiamate ed sms. La Procura accusa il pescatore a processo di aver organizzato l’appuntamento solo per poter poi tendere l’agguato mortale.

© riproduzione riservata