Gas radon, al via la prevenzione a Gordona
La scuola dell’infanzia di Gordona

Gas radon, al via la prevenzione a Gordona

L’amministrazione comunale ha avviato l’iter per l’affidamento dei lavori nella scuola d’infanzia. L’intervento dal costo di ottomila euro potrebbe già concretizzarsi prima dell’inizio delle lezioni a settembre.

Un intervento da poche migliaia di euro, ma finalmente ci si torna ad occupare del problema gas radon nelle strutture pubbliche in Valchiavenna. La prima amministrazione comunale a muoversi in questo senso è quella di Gordona, guidata dal sindaco Mario Guglielmana, che in questi giorni ha avviato l’iter per l’affidamento di lavori di adeguamento della scuola dell’infanzia proprio per la prevenzione da esposizione al gas.

L’intervento pianificato prevede una verifica tramite misure in tempo reale delle concentrazioni di radon presenti, una ricerca delle vie preferenziali di ingresso del radon nella struttura, lo studio di misure di differenziale della pressione, un monitoraggio di alcuni giorni in più punti con dosimetri per valutare le variazioni giorno/notte e le correlazioni con i parametri climatici, la realizzazione di due punti di prelievo collocati in posizione baricentrica posizionati in prossimità della muratura portante, la demolizione del pavimento e della soletta sottostante per la posa di due pozzetti radon in calcestruzzo con l’obiettivo di ridurre la pressione del terreno sottostante, un carotaggio nella soletta di copertura con la collocazione di un tubo in pvc per collegare i due fori a un aspiratore.

Alla fine ci sarà una verifica dell’efficacia dell’azione adottata e in caso di riscontro positivo una calibrazione ottimale degli impianti con controllo delle concentrazioni sul breve e medio periodo. Un progetto da meno di 8.000 euro, comunque.

L’intervento potrebbe già concretizzarsi prima dell’inizio del prossimo anno scolastico per la scuola che riunisce i bambini più piccoli iscritti all’istituto comprensivo Garibaldi in via Michele Trussoni. Una scuola, peraltro, non vecchissima per quanto riguarda la sua costruzione. Il radon è un gas nobile radioattivo naturale presente in natura, in piccole quantità, nel suolo e nelle rocce. Non ha colore, né sapore, né odore ed emerge dal terreno arrivando ad un’altezza di circa 80 centimetri, esponendo a maggiori rischi bambini e persone allettate. Si tratta della seconda causa di cancro al polmone dopo il fumo.

Non solo Gordona, comunque, sembra aver intenzione di muoversi per la prevenzione nelle scuole. La presenza di radon è nota soprattutto nel territorio del fondovalle chiavennasco posto sotto la sponda destra. La nuova amministrazione comunale di Mese del sindaco Paolo Cipriani ha inserito all’interno del proprio programma elettorale un punto dedicato alla presenza del gas, proponendo un monitoraggio della situazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA