Gallo park apre la stagione  Sulle piste si scia e si gioca
Apertura delle piste a Pescegallo prima di Natale, si confida nelle temperature adatte ai cannoni

Gallo park apre la stagione

Sulle piste si scia e si gioca

Novità 2016: Fupes annuncia l’avvio dell’attività invernale prima di Natale. E assicura: «Se non ci fosse neve fresca garantiremo quella artificiale».

Aprirà con l’inaugurazione del nuovo Gallo Park dedicato a bambini e principianti, la stagione di sci del comprensorio di Pescegallo. Che arrivi la neve oppure si faccia ancora attendere, la Fupes ha stabilito che prima di Natale e in tempo per l’inizio delle vacanze invernali si potrà iniziare a sciare nel nuovo spazio del “parco che non c’era”, realizzato in questi mesi nella zona della partenza della seggiovia.

«Dalla prossima settimana contiamo di poter avviare l’innevamento artificiale - spiega la presidente di Fupes, Marilisa Paltrinieri - fino ad oggi impossibile a causa delle temperature registrate. L’obiettivo è, per la parte più alta delle piste e in particolare il Pianone, di riuscire a creare accumuli che speriamo possano servire ad integrare le precipitazioni nevose previste anche se non copiose nei giorni a venire. Per il Gallo Park siamo invece in dirittura d’arrivo con i lavori, che hanno portato alla creazione di un nuovo campo dedicato ai bambini e ai principianti che si avvicinano allo sci, al gioco nella neve e a bob e slittini. La consegna delle strutture necessarie al campo scuola è prevista nelle prossime settimane e contiamo di poterle garantire entro l’inizio delle vacanze natalizie. Anche in questo caso in mancanza di neve renderemo fruibili gli spazi con l’innevamento artificiale, permettendo in questo modo anche l’avvio dell’attività delle scuole di sci del comprensorio». La stagione invernale 2016/2017 a Pescegallo vedrà anche la riapertura della struttura ricettiva dell’albergo Mezzaluna che si affaccia sulle piste, completando l’offerta dei punti di ristoro della zona.

Fupes giudica positivamente l’impegno della Comunità montana di Morbegno non solo con l’operazione provinciale per lo skipass gratuito per i ragazzi fino a 16 anni, ma anche per l’ulteriore incentivo che vede uno stanziamento di 4.800 euro per l’abbattimento delle spese di trasporto dei più piccoli dal fondovalle alle piste di Pescegallo. «La nostra Cm si è impegnata con 48mila euro per l’accordo che ha consentito di offrire gli stagionali gratuiti a bambini e ragazzi - spiega il presidente Christian Borromini - e siccome nel nostro interesse territoriale rientra anche la crescita della stazione sciistica della Valgerola, abbiamo deciso di riservare il 10% di questa cifra al sostegno delle spese di trasporto per chi seguirà i corsi di sci che saranno organizzati a Pescegallo. È una forma di aiuto alle famiglie e di incentivo a frequentare le piste di sci del nostro comprensorio, per abbattere i costi di uno sport che implica sicuramente uno sforzo economico per le famiglie ma che fa parte di quella cultura della montagna e del territorio che cerchiamo di portare avanti anche con iniziative come questa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA