Furti e droga. A Livigno preso grazie a un’«app»
I controlli dei carabinieri hanno permesso di risolvere tre casi di furto

Furti e droga. A Livigno preso grazie a un’«app»

I controlli dei carabinieri hanno portato anche alla denuncia per ebbrezza di sette automobilisti.

Furti, droga e alcol al volante: le tradizionali piaghe per la sicurezza in provincia non si sono rimarginate neanche nel lungo weekend pasquale. Lo dimostra la raffica di denunce dei Carabinieri, impegnati nei giorni scorsi in una serie di capillari servizi di controlli del territorio.

È successo davvero un po’ di tutto. Sabato notte, per esempio, a Livigno, sono intervenuti per il furto di una giacca a vento ai danni della cliente di un albergo.

Nella giacca c’erano del denaro contante e un I-Phone. La proprietaria l’aveva lasciata nella hall dell’albergo per alcuni minuti. Al suo ritorno era sparita. Per questo si è rivolta ai militari che, grazie alle immagini dei filmati della video sorveglianza, hanno identificando l’autore del furto poi grazie all’applicazione “trova il mio I-Phone” hanno potuto rintracciare il segnale gps del cellulare. È bastato andare nel punto indicato per trovare la persona che aveva rubato la giacca. L’uomo ha tentato la fuga a bordo in auto, ma è stato inseguito e fermato poco dopo. Sul sedile anteriore c’era ancora la refurtiva, subito recuperata e restituita alla donna. L’uomo sembrava completamente ubriaco. Sottoposto al test dell’etilometro, è risultato positivo con un tasso alcolemico di 1,5 g/l. Per questo è stato denunciato sia per furto aggravato che per guida in stato di ebbrezza, con ritiro immediato della patente.

Anche i carabinieri di Ponte hanno effettuato una denuncia per furto. In questo caso l’indagato ha appena 14 anni e il caso è stato sottoposto alla Procura dei minori di Milano.

Il ragazzo, dopo aver scoperto dove i proprietari nascondevano le chiavi, è entrato in casa loro e ha rubato due telefonini cellulari. È stato però scoperto e trovato in possesso dei due telefonini. Sempre sabato, altra denuncia per furto, questa volta a Sondrio.

I carabinieri hanno segnalato alla Procura il caso di una donna di 28 anni della zona, già conosciuta alle forze dell’ordine, accusata di aver rubato generi alimentari per un importo di 50 euro dal supermercato Simply di via Credaro. La donna, oltretutto, aveva con sé anche 2 grammi di hashish e per questo è stata anche segnalata alla Prefettura come assuntrice di sostanze stupefacenti. La sera dello stesso giorno, a Bormio, durante un normale controllo della circolazione stradale,vicino alle funivie, i carabinieri sono stati insospettiti da un gruppetto di tre persone e hanno deciso di controllarli. Uno di loro stava fumando uno spinello. Nella sua auto sono poi stati trovati 4 grammi di marijuana e un trita tabacco. L’uomo, un comasco di 28 anni, è stato segnalato alla Prefettura di come assuntore

Un paio di giorni prima, a Tirano, i militari hanno denunciato un uomo del posto di 60 anni nella cui casa sono stati trovati 31 grammi di marijuana e 4 grammi di hashish.

Infine i controlli sulle strade. Tra venerdì e lunedì sono state ritirate 10 patenti per guida in stato di ebbrezza e 1 per guida sotto l’effetto di droga. Sette denunce sono di carattere penale, 4 invece le sanzioni amministrative.


© RIPRODUZIONE RISERVATA