Fupes torna in positivo: «Puntare sulle famiglie si è rivelato vincente»
Gerola Alta, Pescegallo accordo con le medie per i corsi di sci (Foto by Alessandra Polloni)

Fupes torna in positivo: «Puntare sulle famiglie si è rivelato vincente»

Gerola Alta, la società degli impianti di Pescegallo fa registrare il segno più dopo quindici anni. In arrivo altri investimenti per migliorare l’offerta.

Il primo bilancio con segno positivo dopo 15 anni, prospettive positive anche per il futuro e investimenti in programma per accrescere ulteriormente il richiamo da parte di famiglie e non solo. La Fupes, società che gestisce gli impianti di risalita di Pescegallo, ha approvato il bilancio della stagione 2017/2018 con un risultato positivo «che viene – spiega il presidente Marilisa Paltrinieri – dopo anni di difficoltà, ed è frutto di una stagione che dal punto di vista del meteo e dell’innevamento naturale può essere considerata media». «Tutto questo ci lascia pensare che l’inverno degli impianti di risalita sia un’attività ancora sostenibile dal punto di vista economico. La strategia di puntare sulle famiglie e sull’offerta rivolta a loro è stata vincente».

La stagione conclusa ad aprile è stata in parte condizionata da un periodo natalizio dimezzato per l’apertura parziale delle piste dovuta a una neve tardiva, ma ha lasciato comunque soddisfatti gli operatori. «Per quanto riguarda lo stagionale promosso dal Bim per i ragazzi – afferma Paltrinieri –, abbiamo registrato un’adesione che supera i 1.300 skipass provinciali. Il calo che si è registrato rispetto ai due anni precedenti ha riguardato tutte le stazioni e lo riteniamo fisiologico, ma continuiamo a considerare molto positivo questo provvedimento che di fatto avvicina tantissimi valtellinesi allo sci».

La presidente di Fupes cita anche l’ottima attività condotta dalle scuole sci della stazione, capaci di coinvolgere nell’ultima stagione più di 300 ragazzi in corsi mirati, che per il primo anno sono stati organizzati anche in favore dei bambini della Val Gerola grazie alla partecipazione attiva dell’amministrazione comunale di Gerola Alta.

Dopo aver lavorato per il Gallo Park, lo spazio per principianti dello sci e bambini amanti del bob allestito alla partenza degli impianti di risalita, per il prossimo anno la Fupes pensa a ulteriori investimenti volti a dare respiro all’attività invernale. «Contiamo di ampliare l’impianto di innevamento artificiale, per il quale siamo in attesa della pubblicazione di un bando regionale sugli interventi strutturali nelle stazioni sciistiche che dovrebbe permetterci di programmare ulteriori investimenti. Un aiuto concreto e positivo rispetto all’innevamento artificiale è venuto dal bando neve che permette di ottenere, a consuntivo, il rimborso del 75% dei costi sostenuti nella stagione precedente per garantire l’apertura delle piste anche in assenza di precipitazioni nevose».


© RIPRODUZIONE RISERVATA