Fuga verso l’estero, sono oltre 23mila i migranti della Valtellina
Sondrio, panorama notturno con neve (Foto by foto Gianatti)

Fuga verso l’estero, sono oltre 23mila i migranti della Valtellina

I dati Aire: più di diecimila quelli che vivono in Svizzera e oltre settemila in Argentina, Australia e Uruguay. Ben 1.811 di Sondrio, dove hanno un’incidenza dell’8,4%.

Ben 23.731 persone. Più dei sondriesi, che sono oltre 21mila. Un po’ come se ci fosse un’intera città di valtellinesi e valchiavennaschi all’estero, con più abitanti del capoluogo. Sono gli iscritti all’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, della Provincia di Sondrio. Più di 10mila sono in Svizzera, quasi 4mila vivono in Argentina, quasi 1700 in Australia e circa 1500 in Uruguay. Al quinto posto, con oltre 800 iscrizioni, c’è la Germania. Quasi 5000 persone originarie della provincia di Sondrio abitano in altri Paesi, dall’Unione Europea agli Stati Uniti d’America. Sui motivi e la rilevanza dell’emigrazione dei secoli scorsi si sono scritti, grazie all’approfondito lavoro svolto dagli storici locali e dei Paesi d’approdo degli emigranti, testi molto importanti. Oggi le statistiche della Fondazione Migrantes affermano che il 14,2% è nella fascia 0-17 anni, il 23,3 in quella dai 18 ai 34. Il 22,9% sta tra i 35 e i 49, il 20,9 tra i 50 e i 64 e il 18,7 negli over 65.

Tutti i 77 Comuni fanno segnare un numero rilevante di cittadini iscritti all’Aire. L’iscrizione è obbligatoria per tutti i cittadini italiani che trasferiscono la loro residenza all’estero - definita come il luogo con cui si hanno maggiori legami quotidiani - per un periodo minimo di 12 mesi.

Sono 1811 a Sondrio, dove hanno un’incidenza dell’8,4% sui 21.587 residenti, 1412 a Tirano, 1243 a Chiavenna e 1058 a Morbegno. Ma i numeri che impressionano e fanno riflettere sono anche quelli dei Comuni più piccoli. Si possono citare i 631 di Berbenno, i 454 di Montagna in Valtellina, i 461 di Ponte e i 342 di Lanzada. Oppure, spostandosi in Valchiavenna, i 562 di Samolaco, i 414 di Piuro e i 463 di Verceia. Tre piccoli Comuni sono nella top ten lombarda della classifica basata sull’incidenza dell’Aire e i residenti. Si tratta di Tartano, che nel 2017 aveva 120 iscritti all’Aire e 192 residenti, con un’incidenza del 62,5%, Spriana, che nel 2017 aveva 55 iscritti all’Aire e 93 residenti, con un’incidenza del 59,1%, e Vervio (125 e 212, pari al 59%).

A livello regionale sono ben 473mila gli iscritti all’Aire. In cima alla classifica delle province c’è Milano con oltre 135mila iscrizioni. Sondrio – provincia da circa 180mila abitanti - supera in questa graduatoria Cremona, Lecco e Lodi e ha sostanzialmente lo stesso numero di iscritti di Monza Brianza. Tra le venticinque città lombarde con più iscritti c’è anche Sondrio, che ha un’incidenza dell’8,4%. Anche in questo caso al primo posto c’è il capoluogo lombardo con quasi 82mila cittadini registrati all’Aire. Il flusso continua. Nel 2017 i nuovi iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero per solo espatrio sono stati ben 519. Quasi il 60% di queste persone ha un’età compresa fra i 26 e i 49 anni. A livello regionale la principale destinazione è stata il Regno Unito. Chissà se nel dopo-Brexit questo trend, che riguarda soprattutto i cosiddetti “cervelli in fuga”, proseguirà con la stessa intensità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA