Frazioni unite in San Bartolomeo
Don Maurizio Divitini (a sinistra), il vescovo Oscar Cantoni e il compianto don Narciso in occasione della festa di Sant’Anna dello scorso anno

Frazioni unite in San Bartolomeo

Nasce la nuova Comunità pastorale che raggruppa Ponchiera, Arquino, Mossini, Sant’Anna e Triangia. Domenica Messa solenne alla presenza del vescovo Cantoni. Don Maurizio Divitini sarà nominato parroco

Dopo quella già costituita nel 2010 tra le parrocchie cittadine dei Santi Gervasio e Protasio e della Beata Vergine del Rosario, domenica nascerà una nuova Comunità pastorale nel territorio del capoluogo, quella di San Bartolomeo. Prenderà il nome dal più antico luogo di culto che esiste nelle frazioni e segnerà l’unione pastorale tra le parrocchie della Santissima Trinità a Ponchiera, che include anche Arquino, di San Carlo a Mossini, con Sant’Anna, e San Bernardo a Triangia.

Fino a tre anni fa, le parrocchie delle frazioni erano seguite ognuna da un proprio sacerdote. Dal 2016, le comunità di Ponchiera e Mossini hanno iniziato ad avere il medesimo parroco, don Maurizio Divitini, avviando uno stile di fruttuosa collaborazione in diversi ambiti della pastorale, come la catechesi, le attività estive per i ragazzi, gli incontri per gli adolescenti, il gruppo missionario, la condivisione di alcuni momenti liturgici e il recente pellegrinaggio in Polonia.Dopo la scomparsa, lo scorso febbraio, del compianto don Narciso Mandelli, anche la parrocchia di Triangia è entrata a far parte e a completare il progetto di collaborazione fra le parrocchie delle frazioni, che domenica saranno ufficialmente costituite in Comunità pastorale dal vescovo, monsignor Oscar Cantoni.

La giornata di domenica comincerà, alle 10, con la Messa solenne a Triangia, presieduta dal vescovo Oscar. La liturgia sarà aperta dal rito di ingresso di don Maurizio come parroco. Il sacerdote, infatti, già prima che don Narciso morisse era stato designato a succedergli, ma non aveva voluto assumere l’ufficio di parroco. «Ho ritenuto necessario - spiegava allora don Maurizio - che ci fosse un tempo, in cui sarò amministratore, perché la comunità trovi il modo e il momento migliore per salutare don Narciso ed esprimere la gratitudine per il bene che ha compiuto nei suoi 27 anni di ministero pastorale a Triangia».

La Messa sarà seguita, alle 12 circa, dall’aperitivo per tutti al parco giochi, quindi dal pranzo comunitario, per il quale sono chiuse le adesioni. Sotto la tensostruttura che sarà allestita nel campo sportivo di Triangia, i volontari sono pronti a servire polenta e salsicce anche per più di trecento persone. Quindi, alle 14,45, nella chiesa di San Bartolomeo, il vescovo Oscar presiederà la preghiera dei Vespri, durante la quale verrà formalmente costituita la nuova Comunità pastorale, la cui denominazione è stata scelta da una consultazione avvenuta nei mesi scorsi tra i parrocchiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA