Foppaccia e Tracciolino, accessi “videosorvegliati” a Verceia
Videosorveglianza per tenere sotto controllo gli accessi

Foppaccia e Tracciolino, accessi “videosorvegliati” a Verceia

Strade di montagna sotto il controllo dell’occhio elettronico. Completati sabato i due interventi di posa della rete di videosorveglianza voluta dall’amministrazione comunale, proprietaria delle strade, per tenere sotto controllo gli accessi, con dati decisamente rilevantissimi in termini quantitativi, verso le località poste sulla sponda sinistra della valle: Foppaccia e, soprattutto, il Tracciolino. Solo quest’ultimo lo scorso anno ha fatto lievitare il numero di permessi per accedere alla strada portandolo oltre quota 5.000.

«Abbiamo deciso di procedere con l’installazione di telecamere – ha spiegato il sindaco Flavio Oregioni – sia per motivi di sicurezza sia per questioni di equità, visto che c’erano ancora casi di vetture che salivano senza regolare permesso. Le telecamere hanno dispositivi di lettura targhe e sono in grado di catturare immagini di contesto panoramiche». Il costo complessivo è di poco superiore ai 20 mila euro. «Lo scorso anno – conclude Oregioni – sono stati incassati circa 30 mila euro in permessi. Fondi che sono fondamentali per garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria di questi percorso. Per quanto riguarda il fondo della strada per la Foppaccia gli interventi sono in corso, mentre per quella del Tracciolino aspetteremo la fine dei lavori di realizzazione del prolungamento fino a Casten».

Attualmente c’è un’altra valle, anche in questo caso con dei flussi turistici decisamente importanti per le attività di canyoning e di climbing, dotata di varchi con videosorveglianza: la Val Bodengo a Gordona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA