Fontana portabandiera alle Olimpiadi invernali, arriva la consacrazione del Coni
Guardia di finanza in festa. Sarà una atleta delle Fiamme Gialle, l’appuntato Arianna Fontana, a far da portabandiera per l’Italia alle prossime Olimpiadi invernali di Pyeongchang.

Fontana portabandiera alle Olimpiadi invernali, arriva la consacrazione del Coni

«Arianna Fontana è una ragazza acqua e sapone, semplice, con un bel caratterino. La portabandiera doveva essere lei ed è giusto che sia lei, perché noi siamo onesti nel rispettare la storia: Arianna ha vinto cinque medaglie olimpiche ed la più giovane medagliata olimpica ai Giochi invernali». Queste le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Arianna Fontana portabandiera dell’Italia a PyeongChang 2018: l’investitura della campionessa di short track è stata annunciata formalmente dal presidente del Coni Giovanni Malagò, ai membri di Giunta riuniti stamane al Foro Italico. E subito l’azzurra ha posato con il tricolore, per il sito del comitato olimpico: alle 13, nel salone d’onore del Coni si è poi tenuta la conferenza stampa della campionessa, prima portabandiera dello short track nella storia tricolore, la settima donna di sempre, la seconda lombarda - dopo Deborah Compagnoni, anche lei valtellinese - e anche la seconda atleta della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, dopo Carolina Kostner.

Arianna Fontana è la più giovane italiana ad aver vinto una medaglia (a 15 anni e 10 mesi) ai Giochi Olimpici Invernali, grazie al bronzo conquistato con la staffetta azzurra a Torino 2006. È andata a podio in tre edizioni consecutive dei Giochi: bronzo a Vancouver 2010 nei 500 m. e tre volte sul podio a Sochi 2014: argento nei 500, bronzo nei 1500 e nella staffetta.

«Arianna Fontana è una ragazza acqua e sapone, semplice, con un bel caratterino. La portabandiera doveva essere lei ed è giusto che sia lei, perché noi siamo onesti nel rispettare la storia: Arianna ha vinto cinque medaglie olimpiche ed la più giovane medagliata olimpica ai Giochi invernali». Queste le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò.

«Sono davvero senza parole, è un’emozione grandissima, sto ancora tremando. Non vedo l’ora di sventolare il tricolore davanti a tutti i miei colleghi. Sarà sicuramente un’esperienza fantastica». Queste le parole di Arianna Fontana, portabandiera italiana ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang, durante la conferenza stampa al Salone d’Onore del Coni. «È davvero un regalo grandissimo per quanto ho fatto in questi anni: sono sicura che la mia federazione e la Guardia di finanza saranno orgogliosi di me», ha aggiunto la campionessa valtellinese dello short track.

«Con immensa soddisfazione ho appreso che sarà una atleta delle Fiamme Gialle, l’appuntato Arianna Fontana, a far da portabandiera per l’Italia alle prossime Olimpiadi invernali di Pyeongchang. La scelta del Coni rende merito agli straordinari successi sportivi di Arianna - già vincitrice di 5 medaglie in 3 Olimpiadi - e riempie di orgoglio la Guardia di finanza tutta, istituzione che vanta un impegno centenario nello sport, di cui condivide valori e disciplina. All’appuntato Fontana rivolgo, quindi, per l’importantissimo traguardo raggiunto, i miei personali complimenti e quelli, vivissimi e affettuosi, di tutti i Finanzieri d’Italia». Così, in una nota, il comandante generale delle Fiamme Gialle, Giorgio Toschi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA