Filmano i calci alle auto in sosta  Identificati i ragazzi
Nel video si vede un ragazzo che sferra un calcio contro un auto in sosta

Filmano i calci alle auto in sosta

Identificati i ragazzi

Convocati nel pomeriggio in questura i giovani

che hanno danneggiato le vetture in via Mazzini

Potrebbero aver preso di mira anche alcune fioriere

Auto parcheggiate e fioriere finite nel mirino dei vandali nel centro della città. Sono stati identificati i giovani che sabato notte hanno realizzato un video con le loro “bravate”, tanto per usare un eufemismo, e in queste ore vengono sentiti dagli agenti della squadra mobile.Solamente alla fine di tutti gli accertamenti, quindi, si saprà quanti di loro saranno denunciati a piede libero perchè considerati gli autori dei danneggiamenti di alcune auto parcheggiate in via Mazzini.Ma andiamo con ordine. Nella notte tra sabato e domenica alcune persone, tutte residenti nel centro di Sondrio, hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perchè nella zona c’era un gruppo di ragazzi che, tra risate e schiamazzi, stava disturbando il sonno di tante famiglie. Sul posto, così, è arrivata una pattuglia delle volanti: gli agenti hanno trovato effettivamente alcuni ragazzi che, però, stavano solo parlando tra loro.

Si sono quindi limitati a identificarli, controllando i loro documenti: si tratta di alcuni ragazzi, poco più che maggiorenni, tutti residenti in città. Hanno tutti tra i 18 e i 19 anni: uno solo di loro era ancor minorenne.

Il giorno dopo, però, i proprietari di alcune auto parcheggiate nella zona si sono svegliati con una brutta sorpresa. Tre di loro infatti, ma non si esclude che il numero possa salire in queste ore, hanno sporto denuncia per i vandalismi subiti dalle loro auto, in particolare agli specchietti retrovisori. Sul web, intanto, era circolato un video nel qualesi vede un ragazzo colpire con un calcio, quasi da campione di karate, lo specchietto di un’auto in sosta tra le sonore risate degli amici che lo stanno riprendendo.

Gli agenti della squadra mobile confrontando le immagini di questi video con quelle registrate dalle telecamere della zona (non dimentichiamo, infatti,che ci troviamo a poca distanza dal tribunale) sono riusciti a identificare i ragazzi: si tratta degli stessi che erano stati fermati prima dagli agenti delle Volanti. Ora vanno accertate le responsabilità dei singoli ragazzi. E visto che nella zona sono state prese di mira alcune fioriere (ma non si con precisione quando) si vuole appurare se chi ha danneggiato le auto possa esserla presa anche con l’arredo urbano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA