Fiamme nella notte in una segheria di Andalo: probabile cortocircuito
La segheria Camillo De Rossi, dove ieri notte è scoppiato l’incendio

Fiamme nella notte in una segheria di Andalo: probabile cortocircuito

L’incendio verso le 3,30 nell’azienda “Camillo De Rossi”: vigili al lavoro fino a ieri mattina.

Danni a un macchinario e alla linea elettrica per la segheria di Andalo Valtellino dove mercoledì notte si è scatenato un incendio domato dall’intervento dei vigili del fuoco. L’impresa coinvolta è la “Segheria Camillo De Rossi”, storica attività economica che si affaccia sulla ex statale 38 proprio all’altezza della rotonda che dà accesso all’abitato di Andalo Valtellino. In una delle strutture che costituiscono l’impianto lavorativo, intorno alle 3,30 di notte si sono sviluppate le fiamme che hanno interessato sia parte dell’edificio sia il macchinario in esso ospitato. Immediata la chiamata ai vigili del fuoco del distaccamento di Morbegno che alle 3,45 sono giunti sul posto con l’ausilio di due mezzi, compresa l’autobotte, per domare le fiamme ed evitare che si propagassero anche al di fuori del perimetro della struttura da cui sono partite. I vigili del fuoco hanno operato sul posto fino a poco prima delle 8.

Le fiamme sono state domate facilmente facendo alzare dalla segheria un’alta colonna di fumo ma le operazione di messa in sicurezza e bonifica hanno imposto ancora diverse ore di lavoro. I titolari dell’impianto lavorativo, che è stato in parte compromesso, sono intervenuti sul posto già durante l’intervento dei vigili del fuoco e ieri erano presenti in azienda. I danni, ancora da quantificare, sono circoscritti alla zona in cui si è sviluppato l’incendio e che riguardano un macchinario per la lavorazione del legname, ma le conseguenze principali si sono verificate a causa dei danni riportati dall’impianto elettrico.

Ci vorranno quindi alcuni giorni prima di poter ripristinare le condizioni necessarie a poter tornare a lavorare a pieno regime. Riguardo all’origine delle fiamme, pare plausibile che si sia trattato di un cortocircuito che ha interessato il macchinario da cui sono partite le fiamme. L’incendio nella segheria di Andalo segue di meno di un mese un altro rogo che aveva riguardato a poco più di un chilometro di distanza un capannone nei pressi dell’area industriale di Tavani, in comune di Delebio. In quel caso ad andare in fumo fu un magazzino in cui si trovavano attrezzi, macchinari e fieno. In quella occasione ai vigili del fuoco di Morbegno si affiancarono anche quelli di Sondrio e una squadra di volontari per domare le altissime fiamme che avevano allarmato, durante la serata, quanti si trovavano a transitare lungo la ex statale 38 da cui il rogo era ben visibile. Come per il caso di mercoledì notte ad Andalo, nemmeno in quell’occasione si registrarono danni a persone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA