Sabato 21 Giugno 2014

Festa con passerella

«valorizzare il territorio»

Un antico mulino di Berbenno

Fra qualche giorno cade il solstizio d’estate, quando cioè il sole (semplificando) raggiunge un massimo, per iniziare poi il verso il minimo e allora sarà (solstizio) d’inverno.

Finito il ripasso di astronomia, vediamo che da Berbenno annunciano il Solstitium, una festa (mangereccio-culturale) che si abbina a una passerella, il Vespaio, che si propone l’intento di coniugare una passione con un’occasione di valorizzazione di territorio e cultura valtellinese.

Il programma

Si comincia oggi alle 17 con una visita guidata (di scena il Cai di Berbenno) sulla via degli antichi mulini: dal centro paese fino alla cascata in località La Madonnina, la ex-colonia fluviale che il Comune ha “rielaborato”.

Alle 19,30 è prevista lassù la cena con piatti tipici e ...prelibati. Poi musica con Keko e Folkimia e dopo nanna.

Domani, in pista dalle 10 con una visita alla cascata del torrente Finale, al mulino Della Ghelfa (dove verrà macinato “in diretta”, in presenza di alcuni mastri mugnai, il grano che andrà a polenta per il pranzo) e alla chiesetta di San Gregorio dove si potrà ammirare la tela del ’600 colà conservata e restaurata.

A questo punto del programma prende la sua via il Vespaio, ovvero “spazio alle vespe” e pure alle cugine Lambrette che saranno protagoniste di un giro turistico che toccherà le più suggestive frazioni di Berbenno.

Partenza prevista per le 10,30 dalla piazza centrale. Una passerella con premiazione finale delle Vespe Storiche, programmata per mezzogiorno e qui si riuniscono le due “componenti Vespaio e Solstitium” con, alle 13, il pranzo con polenta a Km 0.

© riproduzione riservata