Federica Pellegrini a Livigno  In  arrivo anche la nazionale Ceca
Federica Pellegrini nella piscina dell’Aquagranda

Federica Pellegrini a Livigno

In arrivo anche la nazionale Ceca

La campionessa è arrivata nel Piccolo Tibet per un raduno collegiale fino al 12 maggio

Federica Pellegrini è tornata nella “seconda casa” di Livigno. La campionessa è arrivata nel Piccolo Tibet per un raduno collegiale che prevede allenamenti nella piscina di Aquagranda fino al 12 maggio in vista degli importanti impegni agonistici di giugno, luglio e agosto.
Con l’allenatore Matteo Giunta oltre alla Pellegrini sono sbarcati in una Livigno ancora innevata anche Simone Sabbioni, Luca Pizzini e Aglaia Pezzato. L’effetto Pellegrini che di Livigno è testimonial ha fatto scoprire la piscina del Piccolo Tibet anche ad altre nazionali. In contemporanea dal 4 all’11 maggio (e poi anche dal 15 al 23 giugno) sarà a Livigno anche la squadra della Repubblica Ceca allenata dall’ex azzurro Paolo Bossini.
Livigno si conferma sempre di più come centro di preparazione in altura di eccellenza, tanto che oltre alle nazionali anche altri team di nuoto e la nazionale britannica di triathlon si sono già prenotati per dei collegiali a Livigno ed in particolare ad Aquagranda Active You, uno dei centri più grandi d’Europa, un mix di sport, divertimento, relax, benessere.
Per Federica Pellegrini il periodo di allenamento a Livigno rappresenta un importante avvicinamento con gli appuntamenti che contano, a fine giugno il Trofeo Sette colli a Roma, e poi dal 3 al 9 agosto l’appuntamento con gli Europei di Glasgow in vasca lunga. «È sempre un bel momento per Livigno quando Federica e gli atleti della nazionale di nuoto sono qui ad allenarsi - afferma il presidente dell’Apt Luca Moretti– la cosa bella è che ormai Livigno vive lo sport 365 giorni all’anno. Non è ancora finita la stagione degli sport invernali che già inizia la preparazione specifica del nuoto, del triathlon, del ciclismo, dello skiroll, del biathlon estivo, del running. Ci fa enormemente piacere che le squadre che vengono ad allenarsi qui si trovino bene e tornino con regolarità. L’amministrazione comunale crede nello sport e ha investito nelle strutture, a settembre sarà pronta la pista di atletica».
L’attenzione di Livigno è rivolta anche ai campioni diversamente abili. Lo scorso anno il Piccolo Tibet ha ospitato in ritiro la nazionale di nuoto, quella di calcio e la Briantea basket in carrozzina. Lo scorso autunno una delegazione livignasca composta dal sindaco Damiano Bormolini, dal suo vice Remo Galli e dal presidente dell’Apt Moretti ha avuto un incontro a Roma col presidente del comitato paralimpico Luca Pancalli per consacrare il ruolo di Livigno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA