Fantacalcio, che grande passione  Da 26 anni parte la sfida a Dubino
Un momento dell’ultima asta

Fantacalcio, che grande passione

Da 26 anni parte la sfida a Dubino

Alla prima edizione c’erano pochi giocatori. Poi il numero è cresciuto anno dopo anno.

Prima della Gazzetta dello Sport, prima che scoppiasse la febbre nazionale. Il fantacalcio in Bassa Valtellina accende gli animi da 26 anni con il torneo organizzato al bar Pacio di Dubino. Nato come un gioco di nicchia, ancora sconosciuto alla maggior parte degli italiani, nel tempo il torneo locale è cresciuto e si è consolidato con un numero sempre crescente di squadre, appassionati, assidui osservatori di tabellini e risultati.

«Il nostro fantacalcio è stato tra i primi – dicono dal bar Pacio – è iniziato grazie ad un ragazzo della zona che aveva fatto un’esperienza all’estero e aveva conosciuto questo gioco. Ha così deciso di proporlo anche a Dubino: l’entusiasmo ha coinvolto all’inizio solo poche squadre ma in seguito sempre più appassionati». L’anno successivo al primo torneo di “fantaPacio” (l’iniziativa del bar ha anche un sito internet dedicato: www.fantabarpacio.altervista.org), il lancio nazionale di questo sport virtuale è venuto da parte della Gazzetta dello Sport arrivando a coinvolgere milioni di italiani appassionati di calcio.

Classifiche, calendario, rose, formazioni, risultati, registri, statistiche e albo d’oro sono pane quotidiano per le dodici squadre che ad oggi partecipano al torneo organizzato a Dubino, ritrovandosi una volta al mese tutti insieme ma senza perdere gli appuntamenti quasi quotidiani con risultati, pagelle e punti assegnati dopo le diverse partite.

Il campionato della scorsa stagione è stato vinto dalla squadra Big Lips, in testa anche dopo la prima giornata della serie A 2018/2019 insieme ad altre quattro. Nelle scorse settimane, agguerritissima è stata l’asta di calciomercato per aggiudicarsi la rosa di giocatori più competitiva per affrontare il campionato.

Per l’edizione di quest’anno è stata inevitabile la corsa al rilancio per l’acquisto di Cristiano Ronaldo, uno dei giocatori più forti e conosciuti a livello internazionale, sbarcato quest’anno alla Juventus ma che al bar Pacio di Dubino, In Bassa Valle la stella portoghese gioca, invece, per la Guto Ocuto che, al termine dell’asta si è aggiudicata il campione ex Real Madrid per 124milioni di “fanta-euro”. A loro, dopo la prima giornata, spetta il fanalino di coda della classifica, in attesa che le mirabolanti imprese di CR7 possano ribaltare la situazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA