Fango a Sirta per una bomba d’acqua
Forcola, Sirta, frana sulla strada (Foto by Silvio Sandonini)

Fango a Sirta per una bomba d’acqua

Un rio sempre asciutto sopra la frazione si è improvvisamente ingrossato a causa della pioggia. I detriti sono scesi fino in paese e una famiglia è stata evacuata a titolo precauzionale - Ora ci sono le ruspe.

Bassa valle e Morbegnese il giorno dopo. Nel sabato del sole ritornato si contano i danni del violento nubifragio scatenatosi in zona venerdì, dopo il grande caldo di avvio settimana.

E lo sguardo si apre sul vasto smottamento che ha sfiorato Sirta, un luogo tra i più emblematici nella mappa delle recenti calamità idrogeologiche valtellinesi. Un rio normalmente asciutto alle spalle della frazione ha caricato acqua, è diventato un torrente vorticoso capace di trascinare a valle forse 500 metri cubi di detriti, erba, sassi, fanghiglia con un fronte di sedimenti che ha occupato con il trascorrere del fenomeno quasi cento metri lineari di prati, a qualche decina di metri di distanza dalle prime case. Una famiglia è stata evacuata.

Situazione di pericolo commentata dal sindaco di Forcola, Tiziano Bertolini: «Abbiamo sgomberato il materiale trascinato a valle da questo corso d’acqua “fantasma” normalmente asciutto, diventato all’improvviso sotto gli scrosci di pioggia torrenziali di venerdì sera, una colonna d’acqua. Da cinquecento metri circa di quota - ha spiegato - l’acqua raccolta nel piccolo canale precipitava a valle, a sud dell’abitato, arrivando a sfiorare le case. Le propaggini del materiale trascinato sono arrivate smottando in paese, abbiamo dovuto evacuare una famiglia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA