Famiglie  valtellinesi, un terzo ha un cane

Famiglie valtellinesi, un terzo ha un cane

Questa è la fotografia restituita dall’analisi condotta da Coldiretti Lombardia, che ha incrociato i dati Asl, indagine presentata in occasione dell’esposizione internazionale canina, edizione numero 50, tenutasi alla Fiera di Milano-Rho.

Una percentuale, quella di Valtellina e Valchiavenna, destinata a lievitare, se si aggiungono le case in cui vive un gatto (o più di uno). Dato, questo, che risulta difficile quantificare non foss’altro perché non esiste ancora un’anagrafe regionale felina.

A pari merito con la provincia di Lecco, quella di Sondrio si piazza al quinto posto delle province “dog friendly”, classifica che vede svettare Bergamo con il 47% delle famiglie con un cane, alle sue spalle Mantova con il 44% e Brescia con il 43%.

Per un soffio fuori dal podio, la provincia di Lodi, in cui il 37% delle case ospita un cane. Dopodiché Sondrio e Lecco, che precedono Pavia, Cremona e Pavia, province rispettivamente in cui si registra il 35, 34 e 32% di famiglie che hanno scelto di prendersi cura di Fido. Sotto la media regionale – una famiglia su tre - sono Milano con il 18%, Monza con il 25% e Varese con il 29%.

Stando ai dati di Coldiretti, la Lombardia detiene poi il record italiano dei cani microchippati e inseriti nell’Anagrafe regionale. Al riguardo nella nostra provincia sono circa 29mila - fanalino di coda tra i territori lombardi - i quattro zampe muniti di microchip, oltre 2.000 nella sola città di Sondrio. Analizzando i dati delle altre province, infatti, emerge, che in provincia di Bergamo sono quasi 217mila, a Brescia oltre 228mila, a Milano 267mila, a Monza Brianza più di 90mila, a Como 81mila, a Cremona quasi 52mila, a Lecco quasi 51mila, a Lodi oltre 35mila, a Mantova sfiorano i 76mila, a Pavia superano gli 85mila, chiude la classifica Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA