Falso carabiniere raggira un’anziana a Sondrio
La sede del Comando provinciale dei carabinieri (Foto by foto Gianatti)

Falso carabiniere raggira un’anziana a Sondrio

Con la scusa di controllare se avesse o meno in casa dei soldi falsi, si è impossessato delle banconote riuscendo a fare perdere le proprie tracce nonostante le ricerche immediatamente condotte dai militari dell’Arma.

Questa mattina, poco distante da piazza Garibaldi, una donna anziana è stata raggirata da un individuo che, qualificatosi come carabiniere dopo essersi presentato davanti alla sua abitazione, ha chiesto di poter controllare se alla donna fossero stati consegnati soldi falsi; nell’occasione, ha chiesto anche di poter verificare se gli oggetti di valore in possesso della donna fossero veri o contraffatti.

La vittima, tratta in inganno dai modi del truffatore e dal fatto che questi affermasse di essere un carabiniere, ha così fornito al soggetto quanto richiesto. Questi, ovviamente, si è allontanato velocemente ed è riuscito a fare perdere le proprie tracce nonostante le ricerche immediatamente condotte dai militari dell’Arma.

Dal Comando provinciale di Sondrio si sottolinea ancora una volta come nessun carabiniere verrà mai in borghese a chiedere di vedere soldi perché “sospetta che siano falsi” o chiederà di farsi mostrare preziosi o oggetti di valore. Inoltre, i carabinieri talvolta lavorano sì in borghese, ma in caso di accesso ad abitazioni sono accompagnati da altri militari in uniforme e con i veicoli con i colori dell’Arma ed i lampeggianti. Si raccomanda pertanto di diffidare di chiunque si presenti davanti a un’abitazione, anche se esibisce un decreto di perquisizione o sequestro, e non è accompagnato da personale in uniforme. Nel caso si suggerisce di contattare immediatamente il 112.

Questi ed altri suggerimenti possono essere ripresi sul sito www.carabinieri.it, nell’area “Cittadino” (in alto a sinistra della pagina), al menu “Consigli”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA