Venerdì 23 Maggio 2014

«Ex provveditorato

Stabile da salvare»

La facciata dell’edificio di via Sauro con il mosaico

«Quell’edificio è un esempio dell’architettura di pregio del Moderno a Sondrio. Per questo va salvaguardato».

Fa discutere, sollevando non poche perplessità, l’operazione messa in piedi dall’amministrazione comunale di Sondrio per l’alienazione dello stabile dell’ex Provveditorato in via Sauro, messo sul mercato per una cifra complessiva di 5 milioni di euro (4,1 in contanti, 900 nella realizzazione dell’ampliamento della scuola Torelli). Un edificio sul quale non insistono vincoli formali, se non legati al recupero del mosaico di facciata, e che quindi chiunque se ne aggiudicherà la proprietà rispondendo al bando di palazzo Pretorio potrà decidere di abbattere.

A sollevare la questione sono gli architetti della provincia di Sondrio, il primo è stato Daniele Vanotti cui sono seguite le riflessioni di altri. E proprio stamattina l’Ordine invierà una lettera aperta al sindaco di Sondrio Alcide Molteni chiedendo di bloccare ogni demolizione.

© riproduzione riservata