Ex Cartiera di Tirano, fondi e sgravi fiscali  per chi rilancia l’area
Primo da sinistra il sindaco di Tirano, Franco Spada, al termine dell’accordo siglato in Regione

Ex Cartiera di Tirano, fondi e sgravi fiscali

per chi rilancia l’area

La Regione ha sottoscritto con cinque comuni tra cui quello valtellinese un bando chiamato “Attract”. Lo scopo: attrarre imprese con una serie di agevolazioni.

In tutto 21.400 metri quadrati di superficie nell’ex Cartiera di Tirano messi a disposizione dal Comune di Tirano per uso industriale e artigianale a potenziali investitori italiani e stranieri, che sistemando lo spazio, potranno fruire di un contributo regionale e dell’esenzione da Tari e Tasi. Contemporaneamente partirà la riqualificazione da parte del Comune della strada dei Fort vicina allo svincolo della futura tangenziale di Tirano e percorso di accesso all’area industriale.

Sono i termini dell’accordo che mercoledì è stato siglato a palazzo Pirelli a Milano fra l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia con i sindaci dei cinque Comuni che hanno sottoscritto il bando “Attract accordi per l’attrattività”. Fra questi, oltre a Clusone (Bg), Cremona, Pavone del Mella (Bs), Quistello e Sabbioneta (Mn) c’è il Comune di Tirano, rappresentato dal sindaco Franco Spada.

Attract, che ha visto assegnati 100mila euro al Comune di Tirano, mira ad attrarre nuove imprese nel territorio attraverso la valorizzazione dell’offerta territoriale, l’adozione di processi di semplificazione e la concessione di agevolazioni a favore delle imprese che vorranno investire sul sito dell’ex Cartiera (della Valtellina spa Diatec Holding).

Da qualche mese è stato reso pubblico il bando, ma al momento investitori interessati a sistemare gli spazi dell’ex Cartiera non si sono visti. «Il senso dell’accordo siglato a Milano sta proprio in questo – sottolinea il delegato per le Attività produttive del Comune di Tirano, Egidio Trisolini, che sta seguendo da mesi l’operazione -: la Regione procederà con una sua vetrina informatica sul bando e la partecipazione a fiere per informare imprese e investitori. Dal canto suo anche il Comune di Tirano si occuperà della promozione di questo bando a livello locale e di interventi a sostegno dell’attrattività della zona industriale».

È stata affidata la progettazione per la riorganizzazione delle aree e spazi verdi sia pubblici che privati presenti nella zona industriale, in particolare vicino alla strada dei Fort. Lo scopo è riqualificare sia dal punto di vista ambientale che di decoro urbano un’area, che una volta ultimati i lavori di costruzione della nuova tangenziale di Tirano, diverrà uno degli ingressi principale del capoluogo.

In aggiunta verranno effettuati degli interventi di tipo digitale attraverso la dotazione di accessori per la domotica, quali gli “smart lock” per la regolazione degli accessi agli spazi di coworking del centro di innovazione giovani e impresa.

«Si tratta di miglioramenti funzionali degli uffici negli spazi di Sbrighes – precisa Trisolini –, dove si farà la promozione di Attract. Infine sottolineo l’adesione al servizio “Impresa in un giorno” di Infocamere. Uno strumento rapido e semplice che consente agli operatori economici del territorio non solo la veloce attivazione delle imprese, ma anche di poter monitorare in qualsiasi momento lo stato delle proprie pratiche oltre a fornire un valido supporto informativo». Dal marzo scorso, infatti, tutte le istanze inerenti alle attività produttive (Suap) del Comune di Tirano e di Sernio vanno presentate solo ed esclusivamente attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA