Ersaf: «Nostro vistoso errore   Il muro sarà abbattuto»  Val di Mello, tutto da rifare
Dopo tante polemiche e accuse è stato annunciato il ripristino dei luoghi

Ersaf: «Nostro vistoso errore

Il muro sarà abbattuto»

Val di Mello, tutto da rifare

Il presidente dell’Ersaf dopo un sopralluogo di ieri si scusa: «Ora una sorveglianza congiunta»

Tutto da rifare in Val di Mello: giù il muro dell’arginatura per ripristinare lo stato dei luoghi dopo l’avvio dei lavori curati da Ersaf per il percorso accessibile ai disabili da 400mila euro. Il direttore di Ersaf si scusa e parla di «un vistoso errore compiuto dal direttore lavori».

A stabilire l’eclatante epilogo di un intervento nato sotto una cattiva stella è il sopralluogo del direttore di Ersaf Massimo Ornaghi che ieri è stato sul posto con i tecnici e con l’alpinista Jacopo Merizzi insieme alle guide alpine. Sono stati loro a nome dei 63mila firmatari della petizione nata per proteggere il paesaggio incontaminato della Valle insieme all’imprenditore- ambientalista di Morbegno Maurizio Rocca che ha segnalato il caso in Sovrintendenza, a puntare l’indice sui primi lavori dell’imponente progetto di Ersaf già osteggiato dalle guide due anni fa.

«A seguito del sopralluogo tecnico in merito allo sviluppo dei lavori sul progetto “Valley for all-val di Mello alla portata di tutti” e verificato lo stato del percorso di approvazione amministrativa, devo prima di tutto scusarmi a nome mio e di Ersaf per gli errori commessi sia dal punto di vista delle relazioni e delle comunicazioni necessarie che sono mancate, sia dell’approccio esclusivamente tecnico a scapito della sensibilità ed estrema accortezza che interventi nella Val di Mello necessitano, ingigantito da un vistoso errore compiuto dal direttore lavori» afferma il direttore di Ersaf Massimo Ornaghi che nel sopralluogo è stato accompagnato dal responsabile Ersaf per l’area e dalla responsabile dell’Utr di Sondrio «che ringrazio confermando così la necessità e l’opportunità di ripristinare lo stato di fatto precedente ai lavori».

«Assumerò direttamente- conferma Ornaghi - il ruolo di responsabile dei lavori e sarà mia cura, con una rinforzata squadra di tecnici, seguire passo a passo i futuri lavori concordando giornata dopo giornata la soluzione migliore che ottemperi al meglio il rispetto dei due valori fondamentali che devono conciliarsi in questa tipologia di intervento: il rispetto della bellezza e naturalità dei luoghi e la corretta e rispettosa fruizione di tutte le persone che vogliano immergersi in essa».

Gli impegni futuri

Ornaghi quindi ringrazia l’assessore regionale alla Montagan Massimo Sertori «per la sua presenza continua, per la tenacia, pazienza e equilibrio nell’averci indicato la giusta soluzione. Mi attiverò nei prossimi giorni per incontrare il sindaco e i rappresentanti dei proprietari per garantirgli il rinnovato impegno di Ersaf a proseguire e a portare a compimento il progetto chiedendo anche a loro scusa per i disagi e le tensioni di questi giorni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA