Domenica 12 Ottobre 2014

«Era la nostra benzina

Senza di lei sarà dura»

Mariella Folli, fu costretta alla carrozzella a 11 anni e a usare un respiratore

Quando si parla di Mariella Folli , una sola parola viene in mente: la tenacia. Affetta da distrofia muscolare dall’età di 6 anni, costretta in carrozzella a 11, attaccata ad un respiratore, che lei ha sempre scherzosamente chiamato «il mio boccaglio» per poter restare in vita, Mariella non ha mai smesso di sorridere e ridere, scherzare, essere felice e trasmettere gioia e sicurezza e pure di incoraggiare chi era in difficoltà o soffriva. Per questo suona così strano e addolora la notizia che il cuore di Mariella – nata il 26 luglio del 1963 – abbia smesso di battere, nella notte fra venerdì e sabato, nella sua casa di Piateda.

A darne la notizia ieri la cugina, la pittrice Flora Folli , e l’amica e presidente della Uildm,Bruna Perlini, associazione che Mariella ha voluto fondare in provincia di Sondrio il 13 ottobre 2010. «Mariella era la benzina per la nostra macchina – dice Perlini in lacrime -, adesso siamo a secco. Era lei che faceva girare tutto. Andremo avanti per lei e in suo ricordo, ma sarà dura». Il funerale sarà celebrato domani alle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Piateda.

© riproduzione riservata