Emergenza Morelli: crescono i ricoveri  e manca personale
Non è assolutamente facile la situazione all’ospedale Morelli

Emergenza Morelli: crescono i ricoveri

e manca personale

Quattro reparti Covid 19 sono ormai saturi; accorpamenti per garantire l’assistenza ai malati

Saporito: «Purtroppo non avevamo alternative»

Sempre più complicata la situazione all’ospedale Morelli. Quattro reparti covid-19 saturi e altri che saranno presto attivati, un modulo di Terapia intensiva al completo e il secondo pronto a partire, per 108 pazienti ricoverati, di cui otto in gravi condizioni.Una situazione molto difficile sul fronte della diffusione del contagio aggravata dalla carenza di medici, infermieri e personale sociosanitario, che ha costretto l’Azienda ad accorpare alcuni reparti per garantire l’assistenza ai malati Covid-19. Non sono sufficienti i dipendenti che, nelle scorse settimane, volontariamente si sono resi disponibili a lavorare nei reparti Covid-19, anche perché 54, di cui 34 solo a Morelli, risultati positivi al tampone, si trovano in isolamento obbligatorio presso le loro abitazioni.

«Purtroppo - spiega il direttore generale Tommaso Saporito- non avevamo alternative: siamo in piena emergenza, con la necessità di spostare il personale nei reparti covid-19 per il progressivo aumento dei malati». In questa settimana, negli incontri con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, verrà definito anche un programma di turnazione del personale impegnato negli altri presidi.

Dei 108 ricoverati 60 sono uomini e 48 donne, otto in gravi condizioni, una donna e sette uomini, si trovano in Terapia intensiva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA