EMERGENZA CORONAVIRUS  Lombardia “ZONA ROSSA”  Conte: «La polizia potrà  fermare i cittadini e chiedere  perché si stanno spostando»
Giuseppe Conte

EMERGENZA CORONAVIRUS

Lombardia “ZONA ROSSA”

Conte: «La polizia potrà

fermare i cittadini e chiedere

perché si stanno spostando»

Non è un «divieto assoluto», ha spiegato il presidente del Consiglio: sarà possibile muoversi per lavoro, emergenze e motivi di salute

«Applichiamo un regime più rigoroso», ha spiegato il premier Giuseppe Conte. Un vincolo di evitare spostamenti in entrata e in uscita e all’interno di questi territori, dove ci si muoverà dunque solo per motivi necessari. .Non è un «divieto assoluto», spiega: sarà possibile muoversi per lavoro, emergenze e motivi di salute. Ma la polizia potrà fermare i cittadini e chiedere loro perché si stiano spostando nei territori più a rischio. «Mi assumo la responsabilità politica di queste decisioni». A chi ha la febbre a 37,5 o superiore è «fortemente raccomandato di restare nel proprio domicilio e di limitare i contatti sociali», ha spiegato il presidente del Consiglio. E questo «a prescindere se siano positivi o meno». Divieto assoluto di spostarsi per chi è positivo al virus o è sottoposto a quarantena. «Sono misure che creeranno disagi ma è il momento dell’autoresponsabilità. Dobbiamo aderire tutti per tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari», ha sottolineato Conte


© RIPRODUZIONE RISERVATA