Domenica 12 Ottobre 2014

«Emanuele ha colpito

per uccidere Gianmario»

Tutto è accaduto il 23 agosto tra Roncale e San MartinoL’avvocato Antonio Sala Della Cuna che rappresenta i Lucchini

«Che non mi si venga a parlare di semi incapacità di intendere... Emanuele Casula ha colpito per uccidere. Non era fuori di testa, ma era ben presente a se stesso quando ha riempito di botte Veronica, prima di colpirla ripetutamente e mortalmente con una pietra. E non lo era neppure quando è entrato in casa di Gianmario e lo ha aggredito con la sedia poi trovata in pezzi e con il cacciavite con il quale lo ha attinto prima alla schiena e poi al petto e alla testa».

Antonio Sala Della Cuna, avvocato della famiglia di Gianmario Lucchini, l’aiuto sacrestano, ancora ricoverato in rianimazione al Morelli di Sondalo, non crede che Casula sia da giustificare per quello che ha fatto scomodando malattie e patologie mentali.

Leggi l’articolo completo sull’edizione di domenica 12 ottobre de La Provincia di Sondrio.

© riproduzione riservata