Elisoccorso 24 ore su 24  Il servizio è partito
L’elicottero AW 139 operativo J 24 alla base Hmes di Caiolo

Elisoccorso 24 ore su 24

Il servizio è partito

Base a Caiolo. Il direttore di Areu: «Una svolta epocale»

Il 4 novembre era e il 4 novembre è stato. Alle 20 di sera ha preso ufficialmente il via il servizio di elisoccorso h 24 con base a Caiolo. Il terzo attivo in tutta la nostra regione dopo Como e Brescia.

«Una svolta epocale, per l’elisoccorso in provincia di Sondrio e per tutta Areu», assicurava ieri mattina Gianluca Marconi, direttore dell’Articolazione aziendale territoriale 118 di Sondrio, che ha seguito passo passo il percorso di avvicinamento a questo importante momento.

A volare h 24, fino al 28 febbraio del prossimo anno, non sarà l’elicottero BK 117 D2, attivo a Caiolo dal 1 febbraio scorso, ma l’Agusta Westland 139 di stanza a Milano-Niguarda.

E fino all’ultimo, complici le pessime condizioni meteo di mercoledì, si è temuto che il 139 potesse non riuscire a levarsi in volo da Milano verso Sondrio, cosa che, invece, ieri mattina, alle 8.30, hanno potuto fare, all’unisono, i due mezzi, dandosi il cambio.

«Siamo pronti - ha assicurato Marconi ieri - abbiamo allestito l’elicottero che non è il vecchio Cepa rimasto da noi fino al 1° febbraio scorso, anche se è lo stesso modello, perché, quello aveva collezionato troppe ore di volo».

Da ieri sera, quindi, per 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, l’elicottero di Areu 118 sarà pronto, a levarsi in volo dalla base di Caiolo, in ogni momento, salve condizioni meteo avverse.

Una garanzia, per la nostra provincia. Un servizio cui tutti plaudono, dall’Alta Valle, teatro della tragedia occorsa ad un 55enne di Pedenosso di Valdidentro, morto in ambulanza durante il trasporto in ospedale, a Sondrio nel marzo scorso, alla Valchiavenna, dalla quale era giunto il primo appello, ad estendere la copertura dell’elisoccorso da h 12 ad h 24. Appello subito raccolto da Massimo Sertori, consigliere regionale, fatto proprio da Elio Moretti, presidente della Provincia, e da Marco Scaramellini, presidente della Conferenza dei sindaci sulla sanità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA