Economia e  il futuro: le nuove startup  guardano al territorio
Un momento dell’incontro per la premiazione delle Startup giovani 2016

Economia e il futuro: le nuove startup

guardano al territorio

Premiate le migliori proposte dei giovani: si punta a valorizzare l’allevamento del maiale nero. Un sito web per proporre le baite ai turisti

Allevamenti di qualità e baite in affitto sul web. Ecco le idee alla base delle due Startup che hanno vinto, ex aequo, il “Premio Startup giovani 2016”: i vincitori potranno contare su voucher per servizi finalizzati allo sviluppo dell’impresa e finanziamenti senza interessi per realizzare i loro progetti.

Il progetto presentato da Vera ed Erica Capelli di Samolaco, dedicato al recupero del maiale nero di Samolaco, si inserisce nel contesto del dopo Expo ed è legata all’Associazione pro patrimonio montano, che lavora nella valorizzazione della zootecnia alpina. «Siamo partite dalle ricadute culturali dell’Esposizione universale, che ha fatto crescere l’interesse per antichi sapori e piatti poveri – hanno spiegato -. Il consumatore è sempre più attento alla qualità del cibo e si dedica alla tutela dell’ambiente e al rispetto del benessere animale, con attenzione all’assenza di sprechi».

“Baita sharing” è l’idea di Paolo Bottinelli, Fabio Carnazzola, Alfredo Guerra e Mattia Pagetti: « Consiste nella creazione di un sito web dove i proprietari di seconde case in montagna poco utilizzate possono dare loro visibilità e offrirle ai turisti. Ci sarà un vantaggio diretto per i proprietari, ma anche un beneficio per il territorio e in particolare per quelle località meno centrali nel turismo».

Foto e tutti i particolari nell’edizione del 12 giugno del quotidiano La Provincia di Sondrio


© RIPRODUZIONE RISERVATA