Ecco i turisti e la statale diventa un incubo
Coda nei pressi del Santuario

Ecco i turisti e la statale diventa un incubo

Un’ora e mezza di auto per percorrere i 25 chilometri che separano Tirano da Sondrio

Arrivano i turisti e la statale 38 s’intasa. Da Sondrio a Tirano in questi giorni ci si impiega quasi un’ora e mezza. È il tempo che bisogna preventivare percorrendo i 25 chilometri che separano le due città, per via dell’intenso traffico dei villeggianti diretti in Svizzera o in Alta Valle. Fatti i conti, viene una media di 17 chilometri all’ora: in bicicletta si fa prima.

«Ogni anno si ripresenta questa situazione - dice il comandante della polizia locale di Tirano, Fabio Della Bona - Quest’anno, con il caldo nelle città sono tutti scappati. Dalla settimana scorsa fino al 23 agosto bisognerà armarsi di pazienza. Le file si concentrano dalle 9,30 fino a poco prima di mezzogiorno, poi il traffico torna scorrevole. I turisti milanesi e brianzoli partono alle 8 dalle case per raggiungere la Valle e dunque transitano a Tirano in quegli orari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA